24 Ore per il Signore e sport come scuola di inclusione, gli appelli del Papa

Papa Francesco
Foto: Daniel Ibanez, ACI Group
Facebook Twitter Google+ Pinterest Addthis

Durante l’Udienza Generale di oggi Papa Francesco lancia due appelli: il primo è per le prossime “24 Ore per il Signore” di venerdì 9 marzo, il secondo per i Giochi Paralimpici Invernali nella città di PyeongChang.

“Venerdì prossimo, nella Basilica di San Pietro –inizia Francesco - celebrerò la liturgia penitenziale per la tradizionale 24 Ore per il Signore. Mi auguro che le nostre chiese possano rimanere aperte a lungo per accogliere quanti vorranno prepararsi alla Santa Pasqua, celebrando il sacramento della Riconciliazione, e sperimentare in questo modo la misericordia di Dio”.

Il secondo appello del Papa propone lo sport come opportunità di pace e inclusione: “Tra due giorni si apriranno i Giochi Paralimpici Invernali nella città di PyeongChang, in Corea del Sud, che ha ospitato recentemente le Olimpiadi. Queste hanno mostrato come lo sport può tendere ponti tra paesi in conflitto e dare un valido contributo a prospettive di pace tra i popoli. I Giochi Paralimpici, ancora di più, attestano che attraverso lo sport si possono superare le proprie disabilità. Gli atleti e le atlete paralimpici sono per tutti esempio di coraggio, di costanza, di tenacia nel non lasciarsi vincere dai limiti”. “Lo sport – conclude il Papa - appare così una grande scuola di inclusione, ma anche di ispirazione per la propria vita e di impegno a trasformare la società”.

Ti potrebbe interessare