4 agosto 1903, Pio X sul Soglio di Pietro

Papa Pio X
Foto: Wikicommons
Facebook Twitter Google+ Pinterest Addthis

Il 4 agosto di 112 anni fa il conclave eleggeva nuovo Papa il Cardinale Giuseppe Melchiorre Sarto, Patriarca di Venezia. Il porporato veneto – nato a Riese nel 1835 – succedeva a Papa Leone XIII, Pontefice eletto nel 1878.

Secondo quanto riferito dalla cronache nel corso delle votazioni in conclave fu posto il veto da parte del Cardinale Arcivescovo di Cracovia Puzyna – a nome dell’Imperatore d’Austria-Ungheria Francesco Giuseppe – nei confronti del Segretario di Stato Cardinale Mariano Rampolla del Tindaro, “accusato” di essere stato troppo accomodante nei confronti del governo francese. A quel punto i cardinali puntarono sul Patriarca Sarto.

Una volta eletto, Pio X decise l’abrogazione della norma che permetteva il veto laicale in conclave.

Durante il suo pontificato Papa Sarto si dimostrò accanito avversario del modernismo mentre avviò il processo di riforma del Codice di Diritto Canonico e la stesura del Catechismo, noto appunto come Catechismo di Pio X. Nello stesso tempo avviò una politica di superamento del non expedit, in vigore dai tempi di Pio IX, per far tornare i cattolici italiani all’impegno politico.

Papa Pio X si spense il 20 agosto 1914, pochi giorni dopo lo scoppio della Prima Guerra Mondiale.

Papa Pio XII lo beatificò nel 1951, canonizzandolo tre anni più tardi, il 29 maggio 1954.

Ti potrebbe interessare