Agrigento, il Cardinale Montenegro lascia. Pozzuoli e Ischia unite in persona episcopi

Papa Francesco ha proceduto stamane a due nomine per la Chiesa italiana

Il Cardinale Francesco Montenegro
Foto: ACI Stampa
Facebook Twitter Google+ Pinterest Addthis

Papa Francesco ha accettato stamane la rinuncia presentata dal Cardinale Francesco Montenegro da Arcivescovo di Agrigento. Gli succede l’Arcivescovo coadiutore Alessandro Damiano.

Il Cardinale Montenegro compie oggi 75 anni, l’età canonica per la presentazione della rinuncia al Pontefice. “Vi lascio con l’augurio di essere Chiesa della Misericordia. Il Papa mi ha chiesto di andare a Roma", ha detto oggi il porporato presiedendo la Messa crismale ad Agrigento. Creato Cardinale da Papa Francesco nel concistoro del 2015, era Arcivescovo di Agrigento dal 2008 per volere di Papa Benedetto XVI. 

Sempre stamane il Papa ha nominato Vescovo di Ischia Monsignor Gennaro Pascarella, Vescovo di Pozzuoli, unendo in persona Episcopi le Diocesi di Pozzuoli e di Ischia. Prosegue dunque l’accorpamento delle diocesi italiane voluto da Papa Francesco e chiesto più volte alla Conferenza Episcopale Italiana.

Monsignor Pascarella, classe 1948, è sacerdote dal 1974.

È stato eletto da Giovanni Paolo II Vescovo di Ariano Irpino-Lacedonia il 14 novembre 1998. Nominato Coadiutore della Diocesi di Pozzuoli il 10 gennaio 2004, è succeduto per coadiutoria il 2 settembre 2005.

Ad Ischia succede a Monsignor Pietro Lagnese, nominato recentemente Vescovo di Caserta.

 

Ti potrebbe interessare