Al via la scuola estiva di astrofisica della Specola Vaticana

Il Direttore P. Guy Consolmagno SJ con il Papa
Foto: http://www.vaticanobservatory.va/
Facebook Twitter Google+ Pinterest Addthis

E’ la quindicesima scuola estiva di astrofisica (che ha cadenza biennale) della Specola Vaticana quella che prenderà il via domenica 29 maggio per 4 settimane a Castel Gandolfo.

Tema: “L’acqua nel sistema solare e oltre”. I lavori, che dureranno circa un mese, intendono ribadire il valore e l’importanza del bene prezioso dell’acqua, che svolge oltretutto un ruolo importante nell’origine e nello sviluppo chimico delle comete, degli asteroidi e dei pianeti, compresa la Terra.  Missioni spaziali recenti, telerilevamenti e ricerche di laboratorio hanno portato ad una notevole crescita di importanza del ruolo di acqua nel sistema solare e nella “cosmochimica”.

Alla scuola vi prendono parte studenti provenienti, in rappresentanza dei cinque continenti, da ventuno Paesi, tra cui giovani originari dell’Ecuador, della Malaysia, delle Filippine e dell’Uganda. Saranno presenti anche astronomi di fama internazionale.

La prima scuola estiva di astrofisica della Specola vaticana si è tenuta nel 1986: da allora più di 350 studenti, provenienti da 70 Paesi, hanno seguito le lezioni. E più dell’85 per cento ha proseguito poi in questo filone di studi astrofisici.

L’Osservatorio Astronomico, o Specola Vaticana, è un istituto di ricerca scientifica direttamente dipendente dalla Santa Sede.

La Specola Vaticana può essere considerata uno degli Osservatori astronomici più antichi del mondo. La sua origine infatti risale alla seconda metà del secolo XVI, quando Papa Gregorio XIII fece erigere in Vaticano nel 1578 la Torre dei Venti e vi invitò i Gesuiti astronomi e matematici del Collegio Romano a preparare la riforma del calendario promulgata poi nel 1582.

Da allora, con sostanziale continuità, la Santa Sede non ha cessato di manifestare interesse e di dare il proprio appoggio alla ricerca astronomica.

Ogni due anni, a partire dal 1986, la sede di Castel Gandolfo ospita la "Vatican Observatory Summer School", aperta a studenti universitari dei corsi avanzati e a studenti laureati in astronomia da tutto il mondo. Durante il corso, gli studenti potranno anche presentare un breve saggio sulla loro ricerca.

Ti potrebbe interessare