Bassetti saluta la diocesi di Perugia che dice lascerà tra poco

Nella omelia della festa del patrono della città San Costanzo dice

Il cardinale Bassetti celebra la Messa per San Costanzo
Foto: diocesi.perugia.it
Facebook Twitter Google+ Pinterest Addthis

“Come già sapete, terminerà tra alcuni mesi il compito che mi è stato affidato per la guida di questa Chiesa, e l’odierna celebrazione solenne per il Patrono principale dell’Arcidiocesi è per me particolarmente toccante”. Lo ha detto il Cardinale Bassetti ha celebrato il 29 gennaio pomeriggio, nella cattedrale di Perugia, la messa che ha concluso la festa di san Costanzo, vescovo e martire, patrono della città dell’Archidiocesi. Con il cardinale anche il vescovo ausiliare mons. Marco Salvi. Per l’occasione sono state esposte le reliquie del santo patrono sul presbiterio.

Il cardinale Bassetti, nell’omelia, ha esortato credenti e uomini di buona volontà a seguire l’esempio di “buon pastore” del santo martire Costanzo, fondatore della Chiesa perugino-pievese, augurando alla città di Perugia, al termine del suo episcopato, come lo stesso presule ha sottolineato, di “proseguire il cammino con un rinnovato vigore, nella concordia e nella prosperità”. Il cardinale, nell’introdurre l’omelia, ha espresso gratitudine alle autorità civili “per quello che state facendo – ha detto – per la pace, per la serenità dei nostri cittadini in un momento così difficile quale quello che stiamo attraversando”.

Ricordando le letture ha ripreso le parole di San Paolo: “«Annuncia la Parola», prosegue san Paolo; «insisti al momento opportuno e non opportuno, ammonisci, rimprovera, esorta con ogni magnanimità e insegnamento…» (2Tm 4,2). Quello che l’apostolo scriveva due millenni fa vale ancora per chi svolge nella Chiesa il compito di Vescovo, vale per ogni pastore, e le sue parole sono per me un motivo di esame di coscienza e di verifica del mio servizio tra voi, che si è ridotto in questi ultimi cinque anni, a causa del compito che mi è stato affidato alla guida della Conferenza Episcopale Italiana. Il Signore sa quanto avrei desiderato dedicare tutto il mio tempo, tutte le mie energie a questa nostra Chiesa”.

Infine ha concluso. “Carissimi, con cuore di padre vi affido all’intercessione del vescovo Costanzo, fondatore di questa Chiesa che ho tanto amato e che porterò sempre nel cuore, lasciandovi il messaggio della sua stessa testimonianza. Auguro alla città di Perugia, qui rappresentata dalle maggiori istituzioni, che, finalmente superata, a Dio piacendo, l’attuale crisi pandemica e le sue ricadute sociali, possa proseguire il cammino con una rinnovato vigore, nella concordia e nella prosperità”. 

Il cardinale Gualtiero Bassetti è nato il 7 aprile del 1942, dal 16 luglio 2009 arcivescovo metropolita di Perugia-Città della Pieve e dal 24 maggio 2017 presidente della Conferenza Episcopale Italiana.

Ti potrebbe interessare