Belgio, è morto il Cardinale Godfried Danneels

Il Cardinale Godfried Daaneels
Foto: https://www.cathobel.be/
Facebook Twitter Google+ Pinterest Addthis

E’ morto il Cardinale Godfried Danneels, Arcivescovo emerito di Bruxelles. Aveva 85 anni. 

Nato in Belgio il 4 giugno 1933, è stato ordinato presbitero nel 1957.

Dopo aver insegnato Teologia per diversi anni, viene nominato Vescovo di Anversa da Papa Paolo VI nel 1977. 

Due anni dopo Papa Giovanni Paolo II promuove Arcivescovo di Malines-Bruxelles e Primate del Belgio. Nel 1980 diviene anche Ordinario militare per il Belgio.

Per 30 anni - dal 1980 al 2010 - è stato Presidente della Conferenza episcopale belga. 

Giovanni Paolo II lo crea cardinale di Santa Romana Chiesa nel concistoro del 1983, assegnandogli il titolo presbiterale di Sant’Anastasia. 

Ritenuto tra i cardinali più progressisti dell’intero Sacro Collegio, ha fatto parte - per sua stessa ammissione - del cosiddetto gruppo di San Gallo insieme “ai cardinali Martini, Silvestrini o Murphy-O’Connor; gruppo che, lo stesso cardinal Danneels in modo divertito ha definito come una specie di mafia-club”. Un gruppo che si spendeva per riforme della Chiesa in senso più progressista. 

Il 18 gennaio 2010 Papa Benedetto XVI accoglie la sua rinuncia al governo pastorale dell'arcidiocesi di Malines-Bruxelles per raggiunti limiti di età. Un mese più tardi lascia anche l’Ordinariato militare.

Appresa la notizia della morte del Cardinale, il Papa ha inviato al Cardinale De Kesel - Arcivescovo di Bruxelles - un telegramma di cordoglio.

Francesco definisce Danneels “pastore zelante” che “servì la Chiesa con dedizione non solo nella sua diocesi ma anche a livello nazionale come presidente della Conferenza episcopale del Belgio”.

 

Articolo aggiornato alle 14.07 del 14-03-2019

Ti potrebbe interessare