Benedetto XV, la prima riforma di Curia: la Congregazione dei Seminari e degli Studi

Il 4 novembre 1915 Benedetto XV pubblicava il Motu proprio Seminaria Clericorum con cui istituiva la Congregazione dei Seminari e delle Università degli Studi

Papa Benedetto XV
Foto: Pontificio Istituto Orientale
Facebook Twitter Google+ Pinterest Addthis

Il 4 novembre 1915 Benedetto XV pubblicava il Motu proprio Seminaria Clericorum con cui istituiva la Congregazione dei Seminari e delle Università degli Studi.

La decisione del Papa riprendeva i dettami del Concilio di Trento per la creazione di seminari diocesani e quanto fatto da Papa Pio X che con la bolla Sapienti consilio circa il riordinamento della Curia Romana, “attribuì tutto ciò che riguarda il governo, la disciplina, l’amministrazione temporale e gli studi dei Seminari » alla Sacra Congregazione, che lo stesso Sommo Pontefice presiede, ed alla quale spetta vigilare su tutto ciò che in generale si riferisce al governo delle singole diocesi , vale a dire alla Sacra Congregazione Concistoriale”.

Visto i numerosi obblighi a cui la Congregazione Concistoriale doveva rispondere, Benedetto XV decise di dar vita dunque ad una apposita Congregazione.

Nello specifico il Papa disponeva che a tale Congregazione appartenesse “tutto ciò che finora si trattava circa i Seminari presso la Congregazione Concistoriale, così che in avvenire sia di sua competenza l’educazione intellettuale e morale dei chierici. A questa Sacra Congregazione siano aggiunti gli uffici della Congregazione degli Studi”.

Alla guida della Congregazione era posto “uno dei Cardinali di Santa Romana Chiesa” affiancato da “un Segretario con un conveniente numero di funzionari”.

Il Prefetto della Congregazione dei Seminari e delle Università degli Studi doveva essere “annoverato d’ufficio tra i Cardinali della Sacra Congregazione Concistoriale, e il Segretario tra i Consultori”.

Infine Benedetto XV disponeva che “le leggi per i Seminari, tanto diocesani quanto regionali, emanate” fossero “diligentemente osservate in ogni parte; in modo che nel governo, nella disciplina, negli studi dei Seminari nulla si ritenga mutato”.

La Congregazione degli Studi, istituita nel 1824 da Papa Leone XII, veniva in tal modo assorbita dalla neonata Congregazione dei Seminari e delle Università degli Studi.

Ti potrebbe interessare