Benedetto XVI, visita a sorpresa ai Castelli Romani

Il Papa emerito torna nella residenza di Castel Gandolfo, e fa tappa anche a Rocca di Papa e Frascati

Una foto d'archivio di Benedetto XVI nei giardini delle Ville Pontificie di Castel Gandolfo
Foto: PD
Facebook Twitter Google+ Pinterest Addthis

Prima una tappa a Castel Gandolfo, quindi una preghiera al santuario della Madonna del Tufo di Rocca di Papa e infine una visita privata a Frascati: Benedetto XVI è uscito dal Vaticano la sera del 25 luglio per una passeggiata nei Castelli Romani. Ne danno notizia i periodici locali e ne dà conferma la Sala Stampa della Santa Sede.

Erano quattro anni che il Papa emerito non andava a Castel Gandolfo. Da quando, cioè, poté trascorrere lì qualche tempo di vacanza nel 2015, invitato da Papa Francesco, che – come è noto – preferisce trascorrere le vacanze a Roma, nella Domus Sanctae Marthae.

Benedetto XVI è arrrivato a bordo di una Mercedes nera Station Wagon con i vetri oscurati. Prima tappa, dunque, la Ville Pontificie. Benedetto XVI amava trascorrervi le vacanze, tanto che, una volta esauriti gli impegni con le località di montagna già presi nel precedente pontificato, non cambiò mai destinazione. Poi, scelse Castel Gandolfo per il primo periodo da Papa emerito, in attesa della sistemazione finale del monastero Mater Ecclesiae in Vaticano, dove ora vive, e lì avvenne il primo incontro tra Papa Francesco e il Papa emerito.

Benedetto XVI è stato una ora e mezza nelle Ville Pontificie, dalle 17 alle 18.30, ha salutato il personale e ha passeggiato tra i vialetti del giardino, dove amava pregare nel pomeriggio.

Dopo la visita nelle Ville , Benedetto XVI è andato a Rocca di Papa, presso il Santuario della Madonna del Tufo, una cappella del XV secolo, costruita da un viandante che scampò miracolosamente al distacco di un sasso del Monte Cavo grazie all’intervento della Madonna. Nel santuario, ricostruito più volte, si trova il dipinto della Madonna cinquecentesca incastonato nel tufo e una piccola croce che segnala il punto in cui sarebbe avvenuto il miracolo.

Dopo una breve preghiera e un saluto al parroco, Benedetto XVI è stato a Frascati, accolto dal vescovo Raffaello Martinelli. È stata una visita privata, con una cena leggera nel Palazzo Arcivescovile. Ad accompagnare Benedetto XVI, l’arcivescovo Georg Gaenswein, prefetto della Casa Pontificia e suo segretario particolare.

La Sala Stampa della Santa Sede specifica che il Papa emerito "alle ore 22.30 ha fatto ritorno al Monastero Mater Ecclesiae" e che "la visita faceva seguito a un invito" del vescovo di Frascati.

Il Papa emerito è tornato così ai luoghi che gli erano tanto cari. Salutando la popolazione di Castel Gandolfo il 7 luglio 2011, all’inizio delle sue vacanze, Benedetto XVI disse: “Auguro a tutti voi una buona sera. Sono arrivato in questo momento per cominciare le mie vacanze e qui trovo tutto: montagna, lago e vedo persino il mare, una bella chiesa con la facciata rinnovata, e gente buona. Per questo sono felice di essere qui. Speriamo che il Signore ci conceda buone vacanze. Imparto a tutti voi di tutto cuore la mia benedizione”

Questa frase è ora in una targa nella piazza di Castel Gandolfo, a fianco al municipio.

L’appuntamento dei Papi con Castel Gandolfo era molto atteso dalla popolazione. Fino alla decisione di Papa Francesco di non trascorrere più le vacanze lì, per quattro secoli i Papi si erano trasferiti durante l’estate nelle Ville Pontificie. Fu Urbano VIII a inaugurare la tradizione, stabilendo la sede estiva del Papato nelle Ville Pontificie ai Castelli Romani “affinché il Pontefice non avesse bisogno di recarsi nelle dimore altrui per trascorrere le vacanze”.

L'uscita di Benedetto XVI conferma che, nonostante gli acciacchi di salute dovuti all'età, il Papa emerito è ancora in piena attività

(articolo aggiornato alle 11.41 con le dichiarazioni della Sala Stampa della Santa Sede)

Ti potrebbe interessare