Carità e giustizia, quattro cardinali sull' Amoris laetitia

Leggendo Amoris laetitia
Foto: ACI Group
Facebook Twitter Google+ Pinterest Addthis

Carità e giustizia per fare chiarezza. E’ questo il senso della lettera che quattro cardinali hanno inviato a Papa Francesco a proposito della Amoris laetitia.

Brandmüller, Burke, Caffarra e Meisner hanno diffuso un lungo e articolato testo oltre la lettera che hanno inviato al Papa a settembre: “ Ora, spinti in coscienza dalla nostra responsabilità pastorale e desiderando mettere sempre più in atto quella sinodalità alla quale Vostra Santità ci esorta, con profondo rispetto, ci permettiamo di chiedere a Lei, Santo Padre, quale supremo Maestro della fede chiamato dal Risorto a confermare i suoi fratelli nella fede, di dirimere le incertezze e fare chiarezza, dando benevolmente risposta ai "Dubia" che ci permettiamo allegare alla presente”.

Domande e dubbi che vengono proposti ad un dibattito che in effetti è ancora aperto per lo più legati al problema dei divorziati risposati. Questioni di diritto e teologia morale più che pastorali.

“Vogliamo sperare- scrivono i cardinali- che nessuno interpreti il fatto secondo lo schema “progressisti-conservatori”: sarebbe totalmente fuori strada. Siamo profondamente preoccupati del vero bene delle anime, suprema legge della Chiesa, e non di far progredire nella Chiesa una qualche forma di politica.

 

Vogliamo sperare che nessuno ci giudichi, ingiustamente, avversari del Santo Padre e gente priva di misericordia. Ciò che abbiamo fatto e stiamo facendo nasce dalla profonda affezione collegiale che ci unisce al Papa, e dall’appassionata preoccupazione per il bene dei fedeli”.

Ti potrebbe interessare