Celebrate in San Pietro le esequie del cardinale Barragán

Il cardinale Decano Re ha definito il porporato "un erede della fede del popolo messicano"

Le esequie del cardinale Barragán
Foto: Vatican Media
Previous Next
Facebook Twitter Google+ Pinterest Addthis

Un “erede della fede del popolo messicano”, così il cardinale Re decano del Collegio Cardinalizio ha definito il cardinale Barragán nella omelia delle sue esequie tenute in San Pietro oggi pomeriggio all’altare della Cattedra.

“Il lungo ministero ecclesiale del cardinale Lozano Barragán è stato costantemente sostenuto dalla forza dell’amore per Dio, per la Chiesa, per il Papa e per le anime; ed è stato svolto con spirito di servizio e con uno slancio mai smentiti fin dalla prima giovinezza” ha detto Re ricordando che il cardinale messicano Lozano Barragán, arcivescovo-vescovo emerito di Zacatecas (Messico), è morto “serenamente nel corso dell’ottava di Pasqua, nella gioia di aver ricevuto la visita del Santo Padre la sera del Venerdì Santo e di aver potuto così pregare insieme col Papa qualche giorno prima del passaggio alla vita eterna”. 

Nei suoi vari incarichi il cardinale è sempre stato animato da “una solida fede, competenza dottrinale, fedeltà al magistero, un genuino ‘sensus Ecclesiae’ e amore per le anime”, ha continuato Re. La sua azione pastorale è stata segnata “da una grande umanità, da una connaturata bontà verso tutti e dal desiderio di fare del bene”. Come ha dimostrato anche in qualità di Presidente del Pontificio Consiglio per la pastorale della salute, servendo “con instancabile dedizione e amore il mondo della sofferenza”. 

Re ha ricordato la sua profonda devozione mariana che parte dalla ordinazione nella Basilica di Guadalupe dove ha celebrato alcuni dei significativo anniversari della sua vita sacerdotale. Una devozione che , ha concluso Re, “ci induce a confidare che il defunto cardinale abbia trovato sulla soglia del Paradiso la Madonna ad attenderlo ed a condurlo per mano a Gesù, introducendolo nella gioia e nella pace senza fine della visione di Dio, nella città celeste dove, come affermava Sant’Agostino, ‘regna la verità, è legge l’amore, è misura l’eternità’” .

Papa Francesco che ha presenziato al rito esequiale, al termine ha presieduto il rito dell’Ultima Commendatio e della Valedictio.

Ti potrebbe interessare