Cento anni di Terra Santa, una rivista nata per il dialogare con la storia

Il bimestrale della Custodia di Terra Santa celebra il primo secolo di vita

Il numero dei cento anni
Foto: Rivista di Terra Santa
Facebook Twitter Google+ Pinterest Addthis

Cento anni possono sembrare pochi nella storia millenaria della Terra Santa, ma per la rivista che porta questo nome sono invece molti e sono segno di una vita che cambia velocemente. 

La rivista bimestrale della Custodia Francescana, Terra Santa appunto, celebra questo prezioso anniversario con un numero speciale tutto da leggere non solo per ricordare la storia, ma soprattutto per comprendere il presente.

114 pagine dedicate a Storia, Archeologia, Popoli e Culture, Chiesa e Dialogo. 

La rivista è nata in una epoca più difficile di quella attuale. Dopo la cadute dell’ Impero Ottomano nel 1921. Più libertà di espressione e meno stabilita politica. Sembra una costante nelle vita di quell’area del Medio Oriente. 

Interessante nel numero speciale che tutto è basato sul dialogo nel lavoro dei frati della Custodia, perfino l’archeologia. 

Tra le iniziative per ricordare questi cento anni la digitalizzazione di tutti i numeri della rivista pubblicati dal 1921; un convegno su Milano e la Terra Santa; le annuali "Giornate di archeologia, arte e storia del Medio Oriente", e un progetto di catalogazione e restauro del patrimonio di film e documentari sulla Terra Santa, in collaborazione con la Fondazione Cineteca Italiana di Milano.

Ti potrebbe interessare