Chiesa di Spagna, a Burgos uno speciale Giubileo per gli 800 anni della cattedrale

Aperta la porta del perdono che dà inizio allo speciale anno giubilare per gli ottocento anni di costruzione della cattedrale

Una immagine della cattedrale di Burgos
Foto: youtube
Facebook Twitter Google+ Pinterest Addthis

La Cattedrale di Burgos compie 800 anni, e uno speciale Anno Giubilare era stato previsto con inizio il 21 luglio e chiusura il 21 settembre 2021, giorno dell’ottocentesimo anno della posa della prima pietra. In realtà, l’apertura della Porta Santa è potuta avvenire solo lo scorso novembre, alla presenza di circa 400 persone, tutte rigorosamente a distanza di sicurezza l’uno dall’altro.

La celebrazioni di inizio è stata officiata dall’arcivescovo Fidel Herraez, che lascerà la diocesi dopo cinque anni per essere sostituito dal nuovo arcivescovo Mario Iceta. L’arcivescovo Herraez ha guidato una breve processione dall’interno della cattedrale alla piazza di Santa Maria, dove l’arcivescovo ha aperto la “Porta del Perdono”. Quindi, si è celebrata l’Eucarestia, ricordando che tutti i fedeli presenti avrebbero potuto ottenere indulgenza plenaria.

Certo, ha detto l’arcivescovo Herraez nell’omelia, l’inizio di questo anno giubilare è funestato dalla pandemia, ma ci sono stati anche anni “più duri”, come la peste.
Cominciata a costruire nel 1221 e terminata nel 1765, la cattedrale di Burgos è uno dei più famosi edifici gotici spagnoli.

La cattedrale è stata dichiarata Patrimonio dell’Umanità dall’Unesco ed è l’unica di Spagna ad essere inclusa tra i siti protetti dalle Nazioni Unite . Fu costruita sotto il regno di Fernando III e del vescovo Maurizio, diventando sin dalla sua realizzazione una delle più importanti opere di arte gotica in Spagna, chiaramente influenzata dalll’arte europea dell’epoca. La città di Burgos era anche territorio di passaggio per i pellegrini provenienti dal cammino di Santiago.

La cattedrale è lunga 84 metri, larga 59 e la navata centrale misura 11 metri di altezza e le torri sono alte 84 metri. La “Porta del Perdon”, al centro, rappresenta i re di Castiglia, mentre all’interno la Porta Sarmental è un complesso scultoreo con l’immagine di un Cristo pantocratore.

Nella cattedrale si contano 19 cappelle, con numerose opere di arte orafa, ebanista e pittorica.

Ti potrebbe interessare