Come essere virtuosi sul luogo di lavoro?

Lanciate le “Roman Nights” di EWTN. Uno spazio di confronto su temi che riguardano la fede e la via quotidiana

Il logo delle Roman Nights dell'Ufficio Vaticano di EWTN
Foto: Danile Ibanez / ACI Group
Facebook Twitter Google+ Pinterest Addthis

Nella suggestiva cornice di Palazzo della Rovere, sede dell’Ordine del Santo Sepolcro di Gerusalemme, sono state lanciate il 4 novembre le Roman Nights dell’ufficio vaticano di EWTN, uno spazio di confronto sulla fede e i valori nel luogo di lavoro, in diretta streaming sulla pagina Facebook di EWTN Vaticano.

Il primo appuntamento ha avuto come tema “Le virtù sul luogo di lavoro”. Introdotti da Andreas Thonhauser, capo dell’ufficio Vaticano di EWTN, tre panelist hanno cercato di raccontare come vivere le virtù nei loro ambiti lavorativi.

I panelist erano Eduard Habsburg Lothringen, ambasciatore di Ungheria presso la Santa Sede; Daniele Di Fausto, imprenditore e filantropo; e padre John Wauck, professore della Pontificia Università della Santa Croce.

I tre hanno dato vita a un vivace dibattito su come vivere le virtù nel luogo di lavoro, e su come in particolare l’esercizio della virtù sia necessario ancora oggi, in un mondo che sembra avere sempre meno tempo per la virtù.

L’ambasciatore Habsburg, padre di sei figli, non ha mancato di notare come siano le famiglie grandi a permettere davvero l’esercizio delle virtù, presentando una serie di quadri familiari in cui, alla fine, è necessaria prima di tutto la virtù della pazienza per fare in modo di mantenere gli equilibri. La famiglia è comunque fondamentale per Hasburg, che non ha mancato di notare come “i lavori passano, ma la famiglia resta”.

Per Di Fausto, la virtù principale in un imprenditore è la fortezza. Ha spiegato che la domanda principale da farsi in tempi particolarmente complessi è: “Guardo al mio scopo personale o allo scopo della mia azienda?”

Padre John Wauck ha sottolineato che “il lavoro che facciamo è buono e ha uno scopo. Dunque, dobbiamo mettere i nostri talenti a servizio di quel lavoro, ed ecco che tutto funziona per il meglio”.

Tra spaccati di vita quotidiana ed esperienze personali, il dibattito è durato circa 40 minuti, con interventi dal pubblico.

Roman Nights, notti romane, è un format di EWTN, curato dall’ufficio vaticano dall’emittente che si pone come obiettivo di presentare conversazioni su temi differenti sulla vita e la religione con la presenza di tre ospiti che vivono e lavorano a Roma.

L’ufficio vaticano di EWTN, che produce l’evento, è multinazionale e multilingue, e i componenti vengono da Stati Uniti, Italia, Spagna, Francia, Austria Messico, Regno Unito e Kazakhstan.

Con 250 milioni di case servite nel mondo e 11 emittenti, EWTN è il più grande network cattolico del mondo. È unita al Gruppo ACI, che presenta agenzie di informazione religiosa in sei diverse lingue.

Ti potrebbe interessare