Commissione per la Tutela dei Minori: il Papa rinnova i membri. Più ascolto alle vittime

Un incontro del primo nucleo della Pontificia Commissione per la Tutela dei Minori con Papa Francesco
Foto: Vatican Media, ACI group
Facebook Twitter Google+ Pinterest Addthis

Papa Francesco nomina nuovi commissari e rinnova alcuni membri della Pontificia Commissione per la tutela dei minori. In particolare arriva la conferma del Cardinale Seán O’Malley, come Presidente della Pontificia Commissione per la Tutela dei Minori e la nomina per questo organismo consultivo di sedici membri, inclusi nove nuovi membri. I nuovi commissari sono Benyam Dawit Mezmur, Sr. Arina Gonsalves, Neville Owen, Sinalelea Fe’ao, Prof. Myriam Wijlens, Ernesto Caffo, Sr. Jane Bertelsen, Teresa Kettelkamp, Nelson Giovanelli, Rosendo Dos Santos. Vittime/sopravvissuti di abusi sessuali clericali sono inclusi tra i membri annunciati oggi.

Il Cardinal O’Malley in una nota diffusa dalla Sala Stampa della Santa Sede dichiara: “Il nostro Santo Padre, Papa Francesco, ha prestato molta considerazione e preghiera nel nominare questi membri. I commissari appena nominati aggiungeranno una prospettiva globale nella protezione dei minori e degli adulti vulnerabili. Il Santo Padre ha assicurato la continuità del lavoro della nostra Commissione, che è quello di assistere le chiese locali di tutto il mondo nei loro sforzi di proteggere dalle ferite tutti i bambini, i giovani e gli adulti vulnerabili.”

"Il Santo Padre - continua il Cardinale -  ha scelto questi otto uomini e queste otto donne nell’ambito multidisciplinare degli esperti internazionali della tutela dei minori e degli adulti vulnerabili dal crimine degli abusi sessuali. Rappresentanti di diversi nuovi Paesi offriranno la loro saggezza e le loro esperienze alla Commissione, riflettendo l’abbraccio globale della Chiesa e la sfida di creare in diversi contesti culturali strutture per la tutela. Vittime/sopravvissuti di abusi sessuali clericali sono inclusi tra i membri annunciati oggi. Sin dalla fondazione della Commissione, persone che hanno sofferto per gli abusi e genitori di vittime/sopravvissuti sono stati membri. Come è sempre stato prassi della Commissione, la PCTM supporta il diritto di ogni persona che sia stata abusata a rivelare o non rivelare pubblicamente le proprie esperienze. I membri nominati oggi hanno scelto di non farlo pubblicamente, ma solo all’interno della Commissione. La PCTM crede fermamente che la loro privacy sia un valore da rispettare".

Nella stessa nota del Presidente O'Malley si legge: "Come deciso dai membri fondatori nell’Assemblea Plenaria di settembre 2017, la nuova membership della PCTM e lo staff inizieranno il nuovo mandato ascoltando e imparando da persone che sono state abusate, da membri delle loro famiglie, e da coloro che li supportano".

"La sessione di apertura della Plenaria di aprile - conclude la nota - inizierà con un incontro privato con diverse persone che hanno avuto esperienza dell’abuso. I membri, quindi, discuteranno varie proposte per promuovere un dialogo continuativo con vittime/sopravvissuti da tutto il mondo.  Inculturare la prevenzione e la protezione dagli abusi nella vita e nell’azione delle chiese locali rimane l’obiettivo futuro della PCTM e la sua più grande sfida".

Ti potrebbe interessare