Coronavirus, i vescovi europei si incontrano per la prima volta online

Il Consiglio delle Conferenze Episcopali di Europa aveva programmato la plenaria a Praga dal 25 al 27 settembre. Non ci potrà essere, per via della diffusione dei contagi in Repubblica Ceca

Il Cardinale Angelo Bagnasco (al centro), presidente del CCEE, con i vicepresidenti Cardinale Vincent Nichols (a sinistra) e arcivescovo Stanislaw Gadecki (a destra)
Foto: CCEE
Facebook Twitter Google+ Pinterest Addthis

Non si terrà a Praga, come previsto, la plenaria del Consiglio delle Conferenze Episcopali Europee. A causa della nuova diffusione dei contagi in Repubblica Ceca e delle relative misure restrittive, i presidenti delle Conferenze Episcopali di Europa si incontreranno invece on line, per discutere de “La Chiesa in Europa dopo la pandemia. Prospettive per il creato e la comunità”. Con la speranza di vedersi a Roma, per la plenaria 2021, che sarà quella in cui si celebreranno anche i 50 anni del CCEE.

La notizia della inedita plenaria online è stata data da un comunicato il 17 settembre, in cui si spiegava come “l’aumento del numero di contagi giornalieri da COVID 19 sta rendendo sempre più difficile raggiungere la città di Praga”, anche perché diversi Paesi europei “impongono la quarantena al rientro dalla Repubblica Ceca e molte compagnie aeree stanno cancellando i voli da e per Praga”.

Per questo, la presidenza ha ritenuto opportuno cancellare l’incontro, che si trasferisce in modalità online.

Si comincia il 25 settembre, con il consueto messaggio del Papa, i saluti iniziali del Cardinale Marc Ouellet, prefetto della Congregazione dei Vescovi, e l’introduzione del Cardinale Angelo Bagnasco, presidente del CCEE.

Quindi, il gesuita Pavel Ambros, professore della Facoltà di Teologia dell’Università di Olomuc, terrà una relazione su “Conseguenze religiose, pastorali ed ecologiche dopo il coronavirus. Sintesi dei rapporti delle Conferenze Episcopali”.

Il 26 settembre, la prima sessione di lavoro sarà dedicata all’approvazione del Verbale della Plenaria del 2019, e poi da una relazione sulle conseguenze religiose della pandemia, a partire dall’intervento dell’arcivescovo Stanislaw Gadecki di Poznan, vicepresidente CCEE.

Quindi, il Cardinale Michael Czerny, sottosegretario della Sezione Migranti e Rifugiati presso il Dicastero dello Sviluppo Umano Integrale, relazionerà su “Alcune questioni della pastorale migratoria in Europa”.

La mattinata terminerà con l’approvazione del bilancio CCEE 2021, presentato dall’arcivescovo Stanislav Zvolensky di Bratislava, che è membro della commissione finanze del CCEE.

Nel pomeriggio, si parlerà invece de “La pandemia e la vita delle comunità cristiane”, in un dibattito moderato dal Cardinale Vincent Nichols, arcivescovo di Westminster e vice presidente CCEE.

Il pomeriggio, sarà affrontato l’ambito ecologico, con un dibattito sui “Risvolti della pandemia su società, lavoro e cura del Creato”.

Infine, sarà discusso il messaggio finale e il Cardinale Bagnasco tirerà le conclusioni della plenaria.

Ti potrebbe interessare