Coronavirus: muore il Vescovo di Caserta D'Alise

Era ricoverato in ospedale da alcuni giorni

Monsignor Giovanni D'Alise
Foto: Diocesi di Caserta - Facebook
Facebook Twitter Google+ Pinterest Addthis

E' morto nella notte Monsignor Giovanni D'Alise, Vescovo di Caserta. Aveva 72 anni ed era stato ricoverato in ospedale pochi giorni fa per aver contratto il coronavirus.

Nato a Napoli il 14 gennaio 1948, ha frequentato il Seminario di Benevento, studiando poi Teologia nel Seminario di Napoli, conseguendo la Licenza in Teologia presso la Pontificia Facoltà Teologica dell'Italia meridionale.

È stato ordinato sacerdote il 23 settembre 1972 .

Il 5 giugno 2004 Papa Giovanni Paolo II lo ha eletto alla sede vescovile di Ariano Irpino-Lacedonia ed è stato ordinato vescovo il 17 luglio dello stesso anno dall'allora Arcivescovo Paolo Romeo.

Il 21 marzo 2014 Papa Francesco lo ha trasferito alla sede vescovile di Caserta.

E appresa la notizia la CEI ha espresso il proprio cordoglio alla Diocesi di Caserta.

“In questi mesi – ha scritto il Cardinale Bassetti, Presidente della CEI – molti sacerdoti sono scomparsi a causa del COVID e anche i vescovi sono prima di tutto preti tra i preti. Oggi ci ha lasciato il Vescovo Giovanni, che fino all’ultimo è stato vicino agli altri e ha condiviso un percorso di sofferenza”.

“Il ricordo del Vescovo Giovanni - ha proseguito il porporato - accompagnerà la nostra Chiesa italiana verso l’Assemblea Generale, che si terrà a Roma dal 16 al 19 novembre. Oggi affidiamo il caro confratello alla misericordia del Padre, nell’attesa di ricordarlo – insieme a quanti ci hanno lasciato per il COVID - in una celebrazione durante l’Assemblea”.

 

 

Articolo aggiornato alle ore 12.30 del 04-10-2020

Ti potrebbe interessare