Coronavirus, riapre il Santo Sepolcro a Gerusalemme

I battenti erano stati chiusi il 25 marzo scorso, a causa del Coronavirus

Santo Sepolcro
Foto: Terrasanta.net
Facebook Twitter Google+ Pinterest Addthis

Riapre domani la Basilica del Santo Sepolcro a Gerusalemme: a confermare la notizia sono, con una nota congiunta, i capi delle Tre Comunità, custodi della Basilica del Santo Sepolcro e della Resurrezione, i patriarchi greco ortodosso e armeno di Gerusalemme, Teofilo III e Nourhan Manougian, e il Custode di Terra Santa, padre Francesco Patton.

I battenti erano stati chiusi il 25 marzo scorso, su disposizione delle autorità civili israeliane.

Nella nota congiunta si legge che: "Per motivi di sicurezza e al fine di evitare il rischio di una nuova diffusione dell’infezione Covid-19, all’inizio il numero sarà limitato (a 50 persone) e la Basilica sarà accessibile solo a coloro che non hanno febbre o sintomi di infezione e indossano adeguate coperture per il viso. Sarà inoltre necessario mantenere una distanza minima di 2 metri tra ogni persona ed evitare qualsiasi atto di devozione che possa includere un contatto fisico come toccare e baciare le pietre, le icone, i paramenti e il personale della Basilica; oltre a rispettare sempre le istruzioni fornite. Da questo luogo santo, in questo periodo di Pasqua, continuiamo le nostre preghiere, chiedendo la fine di questa pandemia”.

Ti potrebbe interessare