Dalle diocesi, i nuovi vescovi accolti nelle Chiese locali

L'Avvento vissuto con incontri e visite pastorali

Il vescovo Migliavacca
Foto: Diocesi di Arezzo- Cortona-Sansepolcro
Facebook Twitter Google+ Pinterest Addthis

E’ stata una giornata di festa per la diocesi di Arezzo domenica scorsa. Il nuovo vescovo, Andrea Migliavacca, ha preso possesso della diocesi: “vorrei vivere in mezzo a voi cercando la vita, promuoverla anche nelle povertà, nelle fragilità, nel peccato, nelle diversità”, ha detto chiedendo il dono della accoglienza, il dono della vostra benedizione, la cordialità della vostra amicizia. A tutti dico già il mio grazie più intenso”. Una prima giornata intensa per il neo vescovo che ha incontrato gli ospiti dell’Istituto Medaglia Miracolosa, una realtà di eccellenza sul fronte della riabilitazione e gli alunni e le famiglie della scuola materna e primaria retta dalle suore di Santa Marta; l’Istituto Madre della Divina Provvidenza, una realtà di prim’ordine sul fronte della promozione della disabilità e in molti ambiti sanitari; i detenuti della Casa circondariale di Arezzo, la visita ad alcuni immigrati e poi i giovani con i quali ha pranzato “a sacco” ed ha preso con loro un caffè in un bar.

E all’ingresso del nuovo vescovo si sta preparando la diocesi di Rimini: il 22 gennaio è previsto l’inizio del ministero episcopale del muovo vescovo Nicolò Anselmi, finora vescovo ausiliare a Genova. Anselmi succede a Francesco Lambiasi che ha guidato la diocesi per 15 anni. Lambiasi saluterà la diocesi l’8 gennaio con una celebrazione di ringraziamento in cattedrale.  Tra qualche settimana Ciro Maniero, vescovo di Vallo della Lucania, prenderà possesso canonico di arcivescovo coadiutore di Taranto. Continuerà a guidare la diocesi di Valle della Lucania “in qualità di amministratore apostolico, come deciso dal Dicastero per i vescovi, fino alla presa di possesso canonico del vescovo che sarà designato come suo successore” come ha sottolineato il vicario generale di Vallo della Campania, don Francesco Pecoraro. E oggi a Vicenza il saluto al vescovo Beniamino Pizziol, giunto al termine del suo servizio episcopale. Gli succederà Giuliano Brugnotto che sarà ordinato vescovo e inizierà il suo ministero episcopale a Vicenza domenica prossima, 11 dicembre.

 Nuovi vescovi per un nuovo cammino in alcune diocesi in questo tempo di Avvento durante i quali i fedeli sono raggiunti da lettere e messaggi e i propri pastori. Ma le attività diocesane proseguono: domani a Bologna l’arcivescovo, il card. Matteo Zuppi, sarà in visita pastorale alla Zona Barca dove incontrerà le parrocchie, i sacerdoti, i diaconi, i religiosi, gli operatori pastorali e tutte le comunità presenti sul territorio. Dialogherà anche con i giovani, le famiglie, gli anziani, gli ammalati, visiterà le chiese e alcune strutture di cura e aggregazione e parteciperà all’inaugurazione di alcuni alloggi realizzati dall’associazione “Il Pellicano” e dedicati agli anziani soli.

Attesa anche nella diocesi di Sassari dove lunedì, l’arcivescovo Gian Franco Saba, consegnerà un messaggio alla città in occasione della solennità di San Nicola. E a Bolzano-Bressanone cerimonia per i 50 anni dei Consigli pastorali parrocchiali. I primi consigli pastorali, infatti, furono eletti, il 3 dicembre del 1977, una novità in attuazione del Concilio Vaticano II e del Sinodo diocesano allora in corso. “50 anni dopo, i Cpp sono una presenza imprescindibile in ogni parrocchia e vedono impegnati attivamente circa 3000 donne e uomini”, sottolinea la diocesi.

Ti potrebbe interessare