Dalle diocesi, tanti appuntamenti anche on line per la preghiera di unità dei cristiani

I vescovi italiani invitano i fedeli alla unità e al dialogo

Il libretto per la preghiera
Foto: pd
Facebook Twitter Google+ Pinterest Addthis

“Mai come in questo tempo abbiamo sentito il desiderio di farci vicini gli uni gli altri, insieme alle nostre comunità che sono in Italia. La sofferenza, la malattia, la morte, le difficoltà economiche di tanti, la distanza che ci separa, non vogliamo nascondano né diminuiscano la forza di essere uniti in Cristo Gesù, soprattutto dopo aver celebrato il Natale”.

E’ quanto scrivono il vescovo Ambrogio Spreafico, Presidente della Commissione Episcopale per l’ecumenismo e il dialogo della Cei, Polykarpos Stavropoulos, Vicario Patriarcale della Sacra Arcidiocesi Ortodossa d’Italia e Malta, e il Pastore Luca Maria Negro, Presidente della Federazione delle Chiese Evangeliche in Italia, in occasione della Settimana di preghiera per l’unità dei cristiani che inizia lunedì sul tema “Rimanete nel mio amore: produrrete molto frutto”.

La Settimana, che si terrà dal 18 al 25 gennaio, sarà “il tempo di un ulteriore consolidamento dei rapporti tra rappresentanti di chiese e di movimenti ecumenici, con ascolto della Parola e riflessioni”, sottolinea la diocesi di Mantova: “stiamo coltivando quell’aspetto ecumenico che non può mancare nelle comunità cristiane e nei rapporti tra battezzati, quindi ci poniamo in ascolto in attesa di nuovi frutti inaspettati”. L’impegno per l’unità tra i cristiani si estende per tutto l’anno”, evidenzia la diocesi di Bolzano-Bressanone che ha previsto una serie di iniziative di preghiera ecumenica: il 19 gennaio alle ore 18 a Bressanone (Chiesa parrocchiale di San Michele), il 21 gennaio alle ore 20 a Merano (Chiesa Evangelica) e il 22 gennaio alle ore 20 nella chiesa dei Cappuccini a Bolzano con la comunità rumeno-ortodossa. “Mediante la solidarietà con coloro che soffrono permettiamo all’amore di Cristo di dimorare in noi. La spiritualità e la solidarietà sono intrinsecamente unite”, sottolinea l’incaricato diocesano per l’ecumenismo, don Gioele Salvaterra, aggiungendo: “Rimanendo in Cristo, noi riceviamo la forza e la sapienza per agire contro le strutture di ingiustizia e di oppressione, per riconoscerci pienamente come fratelli e sorelle nell’umanità, ed essere artefici di un nuovo modo di vivere nel rispetto e nella comunione con tutto il creato”. Nella diocesi di Savona-Noli, a causa della pandemia saltano gli appuntamenti ecumenici e interreligiosi di gennaio, programmati in occasione della Settimana di preghiera per l’unità dei cristiani mentre le Chiese cristiane s’impegnano ad “approfondire al proprio interno, in opportuni momenti di formazione o di preghiera, i temi della settimana, nella speranza di poter tenere un incontro pubblico in primavera”. A Milano, lunedì 18, alle ore 18.45, l’arcivescovo, Mario Delpini, darà avvio alla Settimana di preghiera per l’unità dei cristiani, partecipando con il vescovo vicario della diocesi ortodossa Romena d’Italia, Atanasie di Bogdania, alla celebrazione ecumenica di apertura nella Chiesa dei SS. Apostoli e Nazaro. Il programma della Settimana - preparato dal Consiglio delle Chiese cristiane di Milano, dall’Ufficio Ecumenismo e Dialogo della Diocesi e dalle sette zone pastorali - prevede 8 appuntamenti ecumenici a Milano e 14 fuori città. Nel rispetto delle norme sanitarie, le celebrazioni nei luoghi di culto si svolgeranno in presenza, gli incontri solo on line, spiega la diocesi lombarda.

Celebrazioni ed incontri di preghiera si svolgeranno anche fuori Milano, nelle altre zone pastorali della Diocesi. 

A Torino la celebrazione ecumenica di apertura della Settimana si terrà domenica 17 gennaio 2021 ore 18 al Tempio Valdese. Co-presiedono la celebrazione l’arcivescovo di Torino, Cesare Nosiglia, la predicatrice Valdese Eugenia Ferreri presidente della Commissione Evangelica per l’Ecumenismo e p. Paul Porcescu della Chiesa ortodossa romena. 

Nella diocesi di Ferrara-Comacchio, nel rispetto dei decreti legati all’emergenza sanitaria, ci saranno tre momenti online di lettura della Parola e di riflessione, tutti alle 21:00: il 18 gennaio Luciano Sardi della Chiesa Evangelica Battista di Ferrara, il 21 gennaio Padre Vasile Jora del Patriarcato ortodosso di Bucarest e il 22 gennaio Alessandra Mambelli di Pax Christi guideranno la meditazione. Il 25 gennaio alle 18:00 nella chiesa di Sant’Agostino, si terrà un momento di preghiera. 

Nella diocesi di Assisi-Nocera-Gualdo Tadino si è mantenuto, come spiega Marina Zola, presidente della Commissione diocesana per l’ecumenismo, l’impianto dell’ottavario itinerante, con la partecipazione in presenza secondo le norme anti Covid-19 al momento in vigore, ma, a differenza degli altri anni, le celebrazioni saranno trasmesse in diretta sulla pagina Facebook della diocesi.

Nella diocesi de L’Aquila la preghiera ecumenica svolgerà nel corso di cinque serate, da lunedì 18 a venerdì 22, con la celebrazione eucaristica, incentrata sulla riflessione del giorno proposta dall’Ufficio CEI per l’Ecumenismo, alle 18,30 nella Chiesa di San Mario alla Torretta. 

 

Una serie di incontri virtuali sono previsti nella diocesi di Perugia-Città della Pieve. Il programma prevede lunedì 18 gennaio, ore 18:30 l’ apertura della Settimana di preghiera a cura di tutte le Chiese come la conclusione.

Nella diocesi di Matera-Irsina tre appuntamenti promossi dalla diocesi insieme alla Chiesa evangelica battista e alla Chiesa ortodossa romena. Il primo appuntamento, lunedì 18 gennaio, alle 19, in collegamento streaming con la Chiesa evangelica battista di Matera, celebrazione ecumenica della Parola di Dio, con gli interventi dell’arcivescovo, Giuseppe Caiazzo, e di p. Nicola Mihaisteanu, parroco della Chiesa ortodossa di Romania. Venerdì 22 gennaio, alle 18,30, dalla parrocchia San Giovanni Bosco con don Donato Giordano sul “significato della Settimana ecumenica di preghiera” e Giuseppe Montemurro della Chiesa battista di Matera che commenterà Giovanni 15,5-9. Lunedì 25 gennaio, alle 19, su Zoom, la celebrazione ecumenica della Parola di Dio con Luca Reina, pastore della Chiesa evangelica battista di Matera, e don Donato Giordano, direttore dell’Ufficio regionale Ecumenismo e dialogo della Conferenza episcopale della Basilicata.

 

Anche la diocesi di Aversa si mobilita e organizza un’iniziativa sul tema della Settimana “Rimanete nel mio amore: produrrete molto frutto”. La “Preghiera per l’unità dei cristiani”, che si terrà presso l’Istituto “Fratelli Maristi” in Giugliano, vedrà la presenza del Vescovo di Aversa, Angelo Spinillo, e dei pastori di  altre confessioni cristiane.

 

La Settimana di Preghiera per l’Unità dei Cristiani è un appuntamento che di anno in anno “sollecita le Chiese e le invita a prendere consapevolezza della necessità del pregare e lavorare assieme affinché possa presto essere visibile quella unità dei Cristiani che, divisi, recano una contro testimonianza al Cristo, capo della Chiesa Una, il quale prima di consegnare se stesso per la vita del mondo ha chiesto al Padre ‘che siano uno, perché il mondo creda”, scrive l’Eparca della diocesi di rito cattolico bizantino di Lungro, Donato Oliverio. Per  una sempre maggiore formazione ecumenica di clero, religiose e laici nell’eparchia mercoledì 20 gennaio 2021, ore 18.00, un incontro on line organizzato dall’Ufficio per l’Ecumenismo e il Dialogo durante il quale don Gianluca Blancini, sacerdote  della diocesi di Biella presenterà l’esperienza della Comunità di Taizé nel suo rapporto con il mondo ortodosso.

Tanti appuntamenti anche domani in tante diocesi per la Giornata di approfondimento ebraico-cristiano.

Ti potrebbe interessare