Diocesi di Carpi, restituiti alcuni locali parrocchiali distrutti dal sisma del 2012

Domenica scorsa è stato davvero un giorno di festa per la comunità parrocchiale e per tutta la frazione di Quarantoli di Mirandola. Restaurati alcuni locali parrocchiali distrutti dal terremoto

Canonica di Quarantoli
Foto: Diocesi di Carpi
Facebook Twitter Google+ Pinterest Addthis

Domenica scorsa è stato davvero un giorno di festa per la comunità parrocchiale e per tutta la frazione di Quarantoli di Mirandola. Il Vescovo Erio Castellucci dopo aver celebrato la Santa Messa, ha impartito la benedizione alla canonica e al piccolo stabile annesso, popolarmente conosciuto come “casa del campanaro”. I due edifici sono stati sottoposti ad un intervento di restauro a seguito degli eventi sismici del 2012.

A dare notizia dell'evento è la Diocesi di Carpi. Per quanto riguarda la canonica, si sono ripristinati l’aspetto e la distribuzione degli spazi, riportandoli a quelli precedenti agli interventi degli anni ’60-’70, migliorandone, nello stesso tempo, il comportamento sismico.

"La conclusione di questo restauro – afferma il parroco sul sito della Diocesi di Carpi, don Alex Sessayya – è motivo di gioia per la parrocchia, perché ci viene restituito un edificio funzionale e ampio, la canonica, per dare respiro alle attività pastorali, che dal sisma ad oggi si sono svolte nel centro di comunità e in container. In particolare, in questi ambienti si terranno il catechismo e le attività dell’oratorio per bambini e ragazzi, così come si è allestita una cucina professionale che servirà per iniziative di aggregazione e di ritrovata socialità”.

I lavori sono stati finanziati tramite Mude dalla Regione Emilia-Romagna e dal Comune di Mirandola e sono stati eseguiti sotto la direzione della Soprintendenza Archeologia, belle arti e paesaggio per Bologna, Modena, Reggio Emilia e Ferrara. All'evento hanno partecipato anche le autorità civili.

 

Ti potrebbe interessare