Fatima, Monsignor Cantoni: "Maria è la sentinella della pace"

La Cappellina delle Apparizioni a Cova de Iria
Foto: MM ACI Stampa
Facebook Twitter Google+ Pinterest Addthis

A Fatima sono centinaia ogni giorno i gruppi che si alternano in pellegrinaggio a Cova de Iria, sul luogo delle apparizioni della Vergine. Nel nostro reportage da Fatima abbiamo incontrato - durante la Messa alla Cappellina delle apparizioni - un gruppo di Como, guidato dal Vescovo Cantoni che ha presieduto la celebrazione eucaristica. Con Monsignor Cantoni ACI Stampa ha tracciato un bilancio di questa esperienza.

Che tipo di esperienza è per un Vescovo accompagnare a Fatima i ragazzi che si preparano al sacerdozio?

Credo sia importante far sentire la presenza di Maria che viene in aiuto ai popoli, alle nazioni e porta un messaggio di speranza così che i seminaristi e le persone consacrate si aprano ad una preghiera non solo circoscritta ai propri bisogni personali e neppure alle loro chiese locali ma alle necessità e ai bisogni del mondo e della Chiesa.

Quanto è attuale oggi il messaggio di Fatima?

E' ancora presente, perchè Maria è una sentinella che ci passa la responsabilità di costruire la pace. La pace è dono di Dio, ma è anche un impegno per ciascuno di noi. E allora ripete quello che ha già detto: la conversione dei cuori, l'affidamento al Signore ma anche il costruire quotidianamente la fraternità, la giustizia e la pace di cui ciascuno è responsabile.

Papa Benedetto XVI a Fatima disse che il messaggio di Fatima non è ancora concluso.

Sì, non è ancora concluso e non lo sarà mai. Maria vigilia sui popoli che però devono stare molto attenti perchè ognuno è responsabile della pace o della guerra che provoca. E allora il messaggio diventa un grande allarme per tenere viva la speranza da una parte che il male sarà distrutto ed il bene vincerà ma anche con l'aiuto e la responsabilità di ciascuno di noi.

Nell'omelia lei parlava dei peccati contro Dio in particolare di attentati contro la famiglia e la vita...

Certo, sono i grandi peccati sociali che il mondo vorrebbe disconoscere e invece sono al cuore della realtà perchè se cominiciamo a distruggere vita e famiglia allora abbiamo distrutto la società.

Il Papa sarà qui tra pochi giorni. Che cosa troverà?

Troverà innanzi tutto un popolo che lo accoglie. E Maria che rinnova l'alleanza con i popoli perchè ciascuno senta la responsabilità dell'ora e si impegni nella solidarietà e nel costruire la solidarietà e la pace

Ti potrebbe interessare