Galleria d’Arte Sacra dei Contemporanei di Milano: "l'arte si fa da casa"

Le iniziative della Galleria d’Arte Sacra dei Contemporanei di Milano ai tempi del Covid19

Slogan
Foto: Diocesi di Milano
Facebook Twitter Google+ Pinterest Addthis

"Musei chiusi ma menti... aperte", grazie anche alle iniziative educative proposte da Villa Clerici a Milano. Questo è lo slogan di Luigi Codemo, Direttore della GASC, Galleria d’Arte Sacra dei Contemporanei di Milano.

"L’emergenza COVID-19 ci ha costretti ad annullare mostre, iniziative didattiche, incontri e concerti. La speranza è di poter riprogrammare per l’autunno", spiega Codemo.

"Nel frattempo, le attività vengono ripensate per essere svolte e vissute a casa. Per questo fondamentali sono diventati il sito internet e soprattutto i social media. L’hashtag #museichiusimuseiaperti segna i contenuti museali offerti dai musei in questi tempi di reclusione: l’esperienza di scoperta e di conoscenza che l’arte offre sta dimostrando ancora una volta di essere una risorsa di senso e di speranza fondamentale in un tempo di crisi", dice ancora il direttore al sito della Chiesa di Milano.

"Stiamo girando dei brevi video fatti in casa su sculture e quadri che riprendono le letture scandite dalla liturgia: l’annunciazione, il cieco nato, un santo festeggiato in questi giorni come il Nepomuceno, la Samaritana ecc", riporta lo stesso sito spiegando il concetto di arte in questi giorni che appaiono "tutti uguali".

Con i servizi educativi la GASC ha aderito al contest “Disegniamo l’arte… a casa” proposto da Abbonamenti Musei: una bella iniziativa anche questa da vivere secondo un tempo comune.
Per informazioni e notizie: www.villaclerici.it https://www.facebook.com/GASCmuseo  Instagram: gasc_museo

Ti potrebbe interessare