Gesuiti, un mese di Congregazione Generale

Padre Sosa accoglie Papa Francesco
Foto: gc36.org
Facebook Twitter Google+ Pinterest Addthis

La Congregazione Generale non finisce con l'elezione del Preposito. Lo aveva ricordato ai giornalisti il nuovo Superiore Generale della Compagnia di Gesù Padre Arturo Sosa, e i lavori della 36/ma Congregazione infatti proseguono esattamente da un mese.

Nei giorni scorsi Padre Sosa ha definito la composizione di una parte del nuovo Consiglio Generale. Domani è prevista invece l’elezione degli Assistenti ad providentiam.

Tra le figure scelte dal Preposito anche una new entry: il consigliere generale per il discernimento e la pianificazione apostolica, che avrà il compito di sistematizzare il lavoro di pianificazione apostolica e di facilitarne la valutazione da parte del consiglio del Padre Generale.

Padre Sosa ha anche nominato due nuovi Provinciali per l'Africa: il nigeriano Chukweyenum A. Afiawari, per la provincia Africa Nord e il malgascio Fulgence Ratsimbazafy, per la provincia del Madagascar.

I lavori della Congregazione Generale durante questo mese sono stati contraddistinti da due momenti "forti" dopo l'elezione di Padre Sosa, giunta al termine dei 4 giorni di murmurationes: la Messa di ringraziamento celebrata dal Preposito nella Chiesa del Gesù e la partecipazione di Papa Francesco - anch'egli gesuita - alla sessione mattutina della Congregazione il 24 ottobre scorso.

Molte inoltre le novità "tecniche" di questa 36/ma Congregazione Generale: il diritto di voto esteso ai fratelli non sacerdoti, la dotazione ad ogni elettore di un tablet che ha permesso di consumare meno carta e una newsletter giornaliera che ha permesso di seguire quotidianamente i lavori della Congregazione.

Ti potrebbe interessare