Giovani, GMG e gender: il focus dei Vescovi di Panama dal Papa

I vescovi di Panama sulla terrazza di Rome Reports con i giornalisti
Foto: VG, ACI STAMPA
Facebook Twitter Google+ Pinterest Addthis

La prossima GMG a Panama, i giovani e l'ideologia del gender: sono questi i tre temi principali dei quali Papa Francesco e i vescovi di Panama hanno conversato oggi. I vescovi del Paese centroamericano sono a Roma per la visita ad limina apostolorum. 

Lo hanno riferito i Vescovi di Panama nel corso di un incontro con i giornalisti. Papa Francesco ribadisce ciò che disse alla fine della GMG di Cracovia: “Non vi preoccupate, a Panama Pietro ci sarà”.

“E’ stato meraviglioso - racconta l'arcivescovo Domingo Ulloa di Panama, parlando dell'incontro con Papa Francesco - Una visita da fratelli. L'incontro è stato abbastanza rapido, ma siamo riusciti a toccare diversi temi".

Prosegue l'arcivescovo: "Il Santo Padre ha insistito su due realtà: la Giornata Mondiale della Gioventù e il ruolo decisivo dei laici. Si è concentrato soprattutto sugli spazi e delle opportunità che dobbiamo dare ai giovani. Nella Chiesa, nel mondo, cambieranno le cose se veramente i giovani riusciranno ad avere un posto in questo momento di trasformazione".

"Papa Francesco - dice ancora l'arcivescovo di Panama - ci ha detto che i giovani sono il futuro, sono il presente della Chiesa e il presente dell’umanità. Per questo essere giovani è anche una responsabilità. Il giovane è l’ultima boccata d’aria limpida che abbiamo perché le speranze continuino a rinascere in noi. Perché un mondo diverso è possibile grazie al ruolo fondamentale che viene dato ai giovani”.

Papa Francesco durante l’incontro ha anche un pensiero riguardo alla situazione in generale a Panama.

“Il Papa conosce molto bene la situazione di Panama – commenta l’Arcivescovo - ovviamente è al corrente di tutta l’attualità. Con il Papa si è creato un clima fraterno e cordiale, di paternità ma anche di fratellanza. Ha voluto salutare tutti i vescovi, soprattutto quelli che per la prima volta sono venuti in visita ad limina da lui. Siamo riusciti a riprendere le forze, per continuare il cammino e la missione”.

Anche l’ideologia del gender è stato uno degli argomenti toccati nell’incontro tra i vescovi panamensi e il Pontefice.

“L'ideologia di genere – sottolinea l'arcivescovo Ulloa -  si sta sempre più inserendo nelle società. Userò una frase scomoda: è un’ideologia demoniaca. Vuole rompere con la realtà della famiglia e si introduce in un modo talmente silenzioso che non ce ne rendiamo conto. Una cosa è l’ideologia, un’altra sono altri modi di vivere che ognuno sceglie liberamente. Ma quello che non si può assolutamente fare è imporre un’ ideologia, sempre con il rispetto degli altri, ma avendo ben chiaro l’importanza della famiglia, essendo, uomo e donna, un progetto di Dio”.

 

 

 

 

Ti potrebbe interessare