“Hereditas de Bus”, una mostra dedicata a Cesare de Bus alla vigilia della canonizzazione

La mostra è allestita nei locali della Casa Generalizia dei Padri Dottrinari e sarà visitabile su prenotazione

L'inaugurazione della Mostra
Foto: Padri Dottrinari
Previous Next
Facebook Twitter Google+ Pinterest Addthis

Cesare de Bus, è il fondatore della Congregazione dei Padri della Dottrina Cristiana è  sarà proclamato santo da Papa Francesco il  prossimo 15 maggio.

Per conoscere meglio questo santo l’occasione perfetta è visitare la mostra appena inaugurata dedicata a questo uomo che ha dato tutto se stesso per la catechesi. “Promuovere una catechesi accessibile, comprensibile, aderente alla vita, e accompagnare il ragazzo e l’adulto nella sua lenta ricerca di Dio” questo lo scopo della sua vita secondo Paolo VI nell’omelia tenuta per la sua beatificazione, il 27 aprile 1975. 

Hereditas de Bus” è il percorso multimediale che celebra tale eredità, attraverso testi, oggetti, ritratti, documenti e video, che ripercorrono i momenti più significativi dell’esperienza e dell’apostolato del futuro Santo.

La mostra è allestita nei locali della Casa Generalizia dei Padri Dottrinari, in via Santa Maria in Monticelli 29, a Roma, con l’annessa Chiesa di Santa Maria in Monticelli, nel cuore di Roma.  Nelle due sale è possibile assaporare il carisma dell’uomo che, nella Francia della fine del sedicesimo secolo, decide di cominciare un’esperienza ecclesiale nuova, con al centro la catechesi, attraverso linguaggi facilmente comprensibili e coinvolgenti. 

Tre le sezioni:  la parola, le immagini, gli oggetti. Dai pannelli esplicativi, ai dipinti che raffigurano Cesare de Bus fino agli oggetti originali appartenuti a San Cesare e arrivati a Roma grazie ai confratelli di Parigi. 

L’esposizione è stata benedetta dal card. Marcello Semeraro, prefetto della Congregazione delle Cause dei Santi. “Tutto comincia con l’ascolto dell’annuncio della fede. - ha detto- Dice San Paolo “Fides ex auditu”, la fede deriva dall’ascolto, e domanda: come potranno intendere senza uno che parli predicando? Il beato Cesare ci ricorda questa priorità nella vita cristiana”.

“Come dice il titolo che abbiamo voluto dare a questo spazio - ha dichiarato Padre Sergio La Pegna -, il tema principale è la condivisione, con tutti coloro che lo vorranno, dell’eredità spirituale lasciataci da San Cesare de Bus. Si tratta di due sale nelle quali poter assaporare la vita di quest’uomo che nella Francia della fine del sedicesimo secolo decide di cominciare un’esperienza ecclesiale nuova, con al centro la catechesi, cioè la presentazione della Buona Novella di Cristo a tutti, attraverso linguaggi facilmente comprensibili e coinvolgenti”.

Sabato 14 maggio la mostra sarà ufficialmente aperta al pubblico, con visite guidate condotte personalmente dai Padri Dottrinari. Per prenotare una visita è possibile scrivere per email a postulazione@dottrinari.org, indicando il numero dei visitatori, il nome e il telefono del referente, che verrà poi ricontattato dalla congregazione.

Ti potrebbe interessare