I Decani del Sacro Collegio: il Cardinale Camillo Di Pietro

Fu Decano del Collegio Cardinalizio dal 1878 al 1884 nei primi anni del pontificato di Papa Leone XIII

Il Cardinale Camillo Di Pietro
Foto: pubblico dominio
Facebook Twitter Google+ Pinterest Addthis

Morto il Cardinale Luigi Amat di San Filippo e Sorso il 30 marzo 1878, fu il Cardinale Camillo Di Pietro a succedergli come Decano del Sacro Collegio.

Nato a Roma il 10 gennaio 1806, era discendente del Cardinale Michele Di Pietro, porporato molto vicino a Papa Pio VI (1775-1799).

Laureato  in diritto canonico e civile, venne ordinato sacerdote il 16 giugno 1839.

Nemmeno un mese dopo Gregorio XVI lo elesse Arcivescovo di Berito in partibus, fu nominato Nunzio Apostolico nel Regno delle Due Sicilie ed in Portogallo.

Creato cardinale in pectore da Pio IX nel 1856, venne pubblicato nel 1859, del titolo di San Giovanni a Porta Latina.

Richiamato a Roma assunse diversi incarichi tra i quali Prefetto del Supremo Tribunale della Segnatura Apostolica e Prefetto della Congregazione del Censo.

Nel 1867 divenne Cardinale Vescovo di Albano.

Fu poi Camerlengo di Santa Romana Chiesa per volontà del nuovo Papa Leone XIII, e il 15 luglio 1878 divenne Cardinale vescovo di Ostia e Decano del Sacro Collegio.

Morì a Roma il 6 marzo 1884.

Ti potrebbe interessare