I Decani del Sacro Collegio: il Cardinale Luigi Amat di San Filippo e Sorso

Creato Cardinale da Gregorio XVI, fu Decano del Collegio Cardinalizio tra il 1877 e il 1878

Il Cardinale Luigi Amat di San Filippo e Sorso
Foto: pubblico dominio
Facebook Twitter Google+ Pinterest Addthis

Dopo la morte del Cardinale Costantino Patrizi Naro, avvenuta il 17 dicembre 1876, divenne Decano del Sacro Collegio - come Cardinale Vescovo della Chiesa suburbicaria di Ostia - il Cardinale Luigi Amat di San Filippo e Sorso.

Nato in Sardegna il 20 giugno 1796, studiò diritto civile e diritto canonico ricevendo l'ordinazione presbiterale nel 1826.

Eletto da Papa Leone XII Arcivescovo titolare di Nicea nel 1827 – soltanto un anno dopo l’ordinazione sacerdotale - fu nominato Nunzio Apostolico nel Regno delle Due Sicilie e in Spagna.

Nel 1837 Papa Gregorio XVI lo creò Cardinale di Santa Romana Chiesa, del titolo di Santa Maria in Via.

Successivamente fu Legato pontificio a Ravenna e a Bologna.

Dopo aver preso parte al conclave che elesse Pio IX nel 1846, fu nominato Cardinale-Vescovo di Palestrina, optando per la Chiesa suburbicaria di Porto-Santa Rufina nel 1870.

Tra gli altri incarichi assunti figurano quello di Arciprete della Basilica di Santa Maria Maggiore e di Prefetto della Congregazione per il Cerimoniale.

Nel 1877 divenne Cardinale-Vescovo di Ostia e Decano del Sacro Collegio.

Morì a Roma il 30 marzo 1878, poche settimane dopo il decesso di Papa Pio IX.

Ti potrebbe interessare