I giovani polacchi verso il Sinodo si affidano alla Madonna nera di Jasna Góra

Giovani a Jasna Góra
Foto: Santuario di Jana Góra
Previous Next
Facebook Twitter Google+ Pinterest Addthis

La preparazione al Sinodo per i giovani di ottobre prossimo è una occasione per  molte associazioni di riprendere in mano la loro storia.

Succede anche in Polonia dove sabato scorso un migliaio di giovani della associazione giovanile Katolickiego Stowarzyszenia Młodzieży (KSM)  si sono recati al santuario della Madonna Nera al Jasna Góra, a Czestochowa, per affidarsi alla Madre di Dio. L'ultima assemblea di questo genere di tutti i membri di KSM era avvenuta 80 anni fa.

I membri del KSM, che esiste da quasi 100 anni, hanno costruito l'indipendenza della Polonia, sono stati perseguitati durante il comunismo e sono stati mandati in prigione. Alcuni anni fa l'organizzazione ha ripreso vita con le sue filiali e circoli. Oggi KSM opera in oltre 38 diocesi e ha circa 15.000 associati giovani tra i 15e i 30 anni.

Il momento centrale del pellegrinaggio è stato la messa solenne nella cappella della immgine miracolosa con l'atto di affidamento di KSM alla Madre di Dio.

"Abbiamo deciso nel precedente Consiglio nazionale del KSM di Rzeszów che avremmo affidato l'Associazione dei giovani cattolici alla Madre di Dio, spiega  padre  Andrzej Lubowicki, Assistente generale KSM - Nel 1938, qui a Jasna Góra, si radunarono circa 150.000 persone, giovani ragazzi. A quel tempo, l'associazione ha vissuto anni di splendore, perché ha organizzato i giovani in tutta la Polonia. Oggi, dopo la rinascita del KSM negli anni '90, affrontiamo una grande sfida e un compito di organizzare questi giovani nella Chiesa e nella nostra Patria attorno ai valori. Attraverso l'incontro di oggi, vogliamo dare un segnale che siamo una sola famiglia con la Madre, che, come ha detto il Santo Padre Francesco nell'ultimo Messaggio per la Giornata Mondiale della Gioventù, disse immediatamente "Eccomi, la serva del Signore".

Nella messa solenne nella Cappella della miracolosa immagine monsignor Waclaw Depo, Metropolita di Czestochowa ha detto nella omelia che "il legame con Dio non è qualcosa di automatico, dato una volta per sempre. Dalla fede ereditata, bisogna andare alla fede della scelta continua. E questo richiede vigilanza Non posso scegliere una volta per tutte. Non perdere la grazia che ti è stata data, non accettare la grazia invano. Accettare la grazia e accettare la voce decisiva di Dio nella nostra vita è l'unica risposta che Dio richiede a ciascuno di voi. È la nostra realtà e le nostre sfide. "

L'affidamento del KSM alla Madre di Dio ha avuto luogo durante l'Appello di Jasna Góra. La preghiera presieduta dal vescovo Marek Solarczyk delegato della Kep comitato di associazione Gioventù Cattolica: “Maria, accetta la nostra sincerità, accetta ogni giovane, soprattutto ora, quando i rappresentanti del KSM vogliono affidare tutti i giovani del nostro paese, e vogliono confermare che sono disposti a seguire le vie di Dio per portare la verità di Dio, la santità di Dio attraverso lo sviluppo ".

Ti potrebbe interessare