Il cardinale Dziwisz si unisce all'appello perché sia insegnato il pensiero di Wojtyła

Dalla Università di Lublino una iniziativa che ricorda l'importanza dell'insegnamento di Giovanni Paolo II

Il cardinale Dziwisz
Foto: mazur/episkopat.pl
Facebook Twitter Google+ Pinterest Addthis

Diventa sempre più visibile la necessità di ricordare l'insegnamento di Karol Wojtyła alle generazioni future - sottolinea il suo segretario di lunga data e invita a sostenere l'Appello Internazionale promosso da Professori e Docenti che, in occasione del 42° anniversario dell'elezione di Giovanni Paolo II, incoraggiano ad approfondire il suo pensiero e le sue conquiste scientifiche.

E' possibile prendere visione del contenuto e firmare online l'Appello Internazionale dei Professori e dei Docenti promosso in occasione del centenario della nascita di S. Giovanni Paolo II sul sito 
L'appello sarà presentato durante il Congresso di Cultura Cristiana a Lublino, il 16 ottobre, in occasione del 42° anniversario dell'elezione di Karol Wojtyła a Sommo Pontefice.

Il Cardinale Dziwisz ha ricordato che Karol Wojtyła è stato per 24 anni docente universitario e professore presso l'Università cattolica Giovanni Paolo II di Lublino. “Tenendo lezioni di etica e filosofia, ha testimoniato che fede e scienza non devono escludersi, ma coesistono e si completano a vicenda. Non solo ha trasmesso la conoscenza, ma ha anche introdotto i giovani nel mondo dei valori cristiani su cui è costruita la civiltà europea"- ha sottolineato il Metropolita emerito di Cracovia. 

Ha aggiunto che il mondo della scienza è sempre stato vicino a San Giovanni Paolo II, che per tutto il suo pontificato ha incontrato i suoi rappresentanti, studenti compresi. "Per questo vi invito cordialmente a sostenere l'Appello Internazionale di Professori e Docenti e a promuovere l'insegnamento di Karol Wojtyła nelle università" - ha detto il Card. Dziwisz.


L'Appello è stato proposto dal Rettore dell'Università Cattolica Giovanni Paolo II di Lublino, il Rev. Prof. Mirosław Kalinowski, il quale ha sottolineato che gli è stato fatto presente che "nel mondo di oggi, dove si osserva l'omogeneizzazione della cultura, la rivalutazione degli atteggiamenti sociali e la diversità di opinioni, il ruolo delle università e degli studi superiori è la ricerca di punti certi di riferimento e di valori superiori che leghino insieme le nostre società".

Nell'Appello si legge che la ricerca di un significato innegabile è oggi una sfida per gli studenti nella realtà sempre più complicata che li circonda. Lo sviluppo tecnologico e le possibilità sempre più illimitate di comunicazione virtuale che ne derivano sono una grande opportunità, ma creano anche minacce senza precedenti. Alla luce di questi fatti, l'insegnamento del Papa polacco e il suo atteggiamento nei confronti della vita possono ispirare i giovani a lottare per la verità e la libertà interiore - sottolineano gli autori di questo messaggio.

Ti potrebbe interessare