Il cardinale Fernando Filoni, il viaggio del Papa serve per la costruzione della pace

Non è un momento ideale, ma sarà un successo come il viaggio in nelle Repubblica Centro Africana

Il cardinale Fernando Filoni, Gran Maestro dell'Ordine Equestre del Santo Sepolcro di Gerusalemme
Foto: Daniel Ibanez/ Aci Group
Facebook Twitter Google+ Pinterest Addthis

"Non c'è un momento molto pacifico, il momento ideale per andarci. È un momento reale. Il Covid è ovunque. I problemi di sicurezza anche. Ricordo anche quando il Santo Padre è andato nella Repubblica Centrafricana e molte persone hanno detto:" Non andare, non andare, non andare. " Alla fine il popolo ha difeso il Santo Padre nella visita pastorale. Quindi è un buon momento. È un momento ideale? No". 

Il Cardinale Fernando Filoni, Gran Maestro dell'Ordine Equestre del Santo Sepolcro di Gerusalemme, e per anni Nunzio in Iraq dal 2001 al 2006 dove ha affrontato la guerra con la popolazione, lo ha detto in una intervista a EWTN. 

Sul tema dei cristiani perseguitati il cardinale è chiaro: ”Crediamo che sia possibile condividere con gli altri sentimenti, dialogo, rispetto, diritti. La domanda è: non devo solo sostenerti o tollerarti. Devo darti dei diritti. Se ti rispetto, ho in questo dialogo”. Inoltre, dice Filoni: ”La domanda è se sei un prete, sei un pastore, non puoi abbandonare la tua gente con le persone che ancora vivono lì, ci lavorano, che soffrono lì”.

"Le gente della parte di Oreinstal, hanno un'espressione ... Inshallah, se questa è la volontà di Dio ... Dio ci proteggerà. Nessuno ha mai pensato ‘siamo puniti da Dio, dov'è Dio o perché?’ Queste sono le conseguenze di un atto umano, non proveniente da Dio “.

E la pace si costruirà ? Il cardinale ne è certo: “Penso che si sta costruendo lentamente. Ma è una necessità che tutte le minoranze pubbliche, religiose, civili, tutte concordino in qualche modo. Non si può avere pace solo perché qualcuno si impone, ma perché si sta costruendo. Certo, lo sono. in movimento. Ma c'è ancora molto da fare. Questo dipende internamente, dipende da loro, ma esternamente, anche per me dobbiamo aiutarli a ottenere questa condizione, questa condizione pacifica”.

Ti potrebbe interessare