Il Cardinale Ravasi, "ministro della Cultura" di due Papi

Il porporato compie 80 anni oggi ed esce così dal novero dei cardinali elettori in un futuro conclave

Il Cardinale Gianfranco Ravasi, Presidente emerito del Pontificio Consiglio della Cultura
Foto: CNA
Facebook Twitter Google+ Pinterest Addthis

Compie 80 anni oggi ed esce così dal novero degli elettori in un futuro conclave il Cardinale Gianfranco Ravasi, Presidente emerito del Pontificio Consiglio della Cultura e della Pontificia Commissione di Archeologia Sacra. E’ nato infatti a Merate il 18 ottobre 1942.

È stato ordinato sacerdote il 28 giugno 1966. Ha studiato a Roma alla Pontificia Università Gregoriana e al Pontificio Istituto Biblico per poi insegnare esegesi dell'Antico Testamento nella Facoltà teologica dell'Italia Settentrionale.

Nel 1989 è stato noninato prefetto della Biblioteca-Pinacoteca Ambrosiana.

In occasione del Venerdì Santo 2007 il Papa gli ha affidato la redazione delle meditazioni per la Via Crucis al Colosseo trasmessa in mondovisione.

Il 3 settembre 2007 Benedetto XVI lo ha eletto Arcivescovo titolare di Villamagna di Proconsolare e nominato Presidente del Pontificio Consiglio della Cultura e delle Commissioni per i Beni Culturali della Chiesa e di Archeologia Sacra. E’ stato consacrato dallo stesso Benedetto XVI.

Lo stesso Benedetto XVI lo ha creato Cardinale di Santa Romana Chiesa nel concistoro del 20 novembre 2010, della diaconia di San Giorgio in Velabro, elevata pro hac vice a titolo presbiterale.

Ha partecipato al conclave del 2013. Papa Francesco lo ha poi confermato Presidente del Pontificio Consiglio della Cultura.

Con la riforma di Curia entrata in vigore nel giugno scorso ha cessato dall’incarico di Presidente del Pontificio Consiglio della Cultura.

Con il compimento degli 80 anni del Cardinale Ravasi il Collegio Cardinalizio risulta composto da 128 elettori e 98 non elettori.

 

Ti potrebbe interessare