Il Cardinale Sandri: "Preghiamo per una visita del Papa in Libano"

Il Cardinale Leonardo Sandri, Prefetto della Congregazione per le Chiese Orientali, ricorda l'interesse di Papa Francesco per il Libano

Cardinale Sandri
Foto: Vatican Media / ACI Group
Facebook Twitter Google+ Pinterest Addthis

Il Cardinale Leonardo Sandri, Prefetto della Congregazione per le Chiese Orientali, ricorda l'interesse di Papa Francesco per il Libano esortando i fedeli a pregare e sperare per una visita del Pontefice in Libano quanto prima. L'invito del Cardinale è stato rivolto ai fedeli durante la celebrazione eucaristica nella solennità di San Maroun, patrono e fondatore della chiesa Maronita.

"Sappiamo del desiderio più volte confermato da Papa Francesco di voler visitare il Libano: mentre preghiamo e speriamo che si realizzino le condizioni perché essa avvenga, impegnamoci tutti, piccoli e grandi, figli della Chiesa e persone impegnate a livello di istituzioni nazionali ed internazionali, ad avere la stessa cura e attenzione del Santo Padre per il Paese dei Cedri, ad incominciare da chi lo abita", commenta il Prefetto.

La celebrazione in rito Siro-Antiocheno Maronita è stata presieduta ieri sera dal Rettore del Collegio e Procuratore del Patriarca Maronita presso la Santa Sede Monsignor Rafic El Warcha. Insieme al Cardinale Sandri ha assistito l'Arcivescovo Segretario Monsignor Giorgio Demetrio Gallaro, alcuni presuli, diversi procuratori degli ordini religiosi e delle altre Chiese Orientali presenti in Roma. Erano presenti anche alcuni membri del Corpo Diplomatico accreditato presso la Santa Sede e presso l'Italia nonchè diversi fedeli.

Il Prefetto ricorda anche la giornata di preghiera e riflessione con i Capi delle Chiese lo scorso 1 luglio, e la visita dell’Arcivescovo Gallagher, Segretario per i Rapporti con gli Stati. "Se l’oscurità sembra prevalere e le tenebre si fanno più fitte, nessuno di noi ha la forza di poterle diradare da solo: ma se ciascuno nel suo piccolo, per intercessione della Madre di Dio, di San Maroun e di tutti i santi del Libano, tiene accesa la sua piccola lampada, potremo vedere e continuare a camminare insieme. Così sia", conclude il Cardinale Sandri.

Ti potrebbe interessare