Il Cardinale Van Thuan, esempio di fedeltà alla Chiesa

20 anni fa moriva il porporato vietnamita che passò 13 anni in carcere di cui 9 in isolamento

Il Cardinale François-Xavier Nguyễn Văn Thuận
Foto: pubblico dominio
Facebook Twitter Google+ Pinterest Addthis

Il 16 settembre di 20 anni fa si spegneva dopo una lunga malattia il Cardinale vietnamita François-Xavier Nguyễn Văn Thuận, una icona vivente della Chiesa martire del regime comunista del Vietnam.

Nato a Huế il 17 aprile 1928, venne ordinato sacerdote l'11 giugno 1953.

Papa Paolo VI lo ha eletto Vescovo di Nha Trang il 13 aprile 1967.

Nel 1975 venne promosso Arcivescovo coadiutore di Saigon: subito dopo la nomina venne arrestato dalla polizia del regime e condannato alla reclusione.

Liberato nel novembre 1988, passò ben 9 anni di detenzione in isolamento. Dopo la liberazione perdonò i suoi carcerieri.

Dieci anni dopo Papa Giovanni Paolo II lo chiamò in Vaticano quale Presidente del Pontificio Consiglio della Giustizia e della Pace.

Dopo aver predicato gli esercizi spirituali alla Curia Romana nella Quaresima del 2000, l'anno successivo venne creato Cardinale di Santa Romana Chiesa, della diaconia di Santa Maria della Scala.

Il 16 settembre 2002 si spense a Roma dopo una lunga malattia.

Il Cardinale Văn Thuận "lascia il ricordo indelebile di una vita spesa nella adesione coerente ed eroica alla propria vocazione quale sacerdote attento alle necessità del popolo cristiano e pastore pieno di zelo per il Vangelo e sempre fedele alla Chiesa anche nel duro tempo della persecuzione", le parole di cordoglio di Giovanni Paolo II.

Nell'omelia della messa esequiale il Papa ricordava il testamento del porporato che "si chiude con una triplice raccomandazione: amate la Vergine Santa e abbiate fiducia in San Giuseppe, siate fedeli alla Chiesa, siate uniti e siate caritatevoli verso tutti. C’è qui in sintesi la sua stessa esistenza".

Nel 2010 si è aperta la causa di beatificazione e il 4 maggio 2017 Papa Francesco ha autorizzato la Congregazione per le Cause dei Santi a pubblicare il decreto che ne attesta le virtù eroiche.

Ti potrebbe interessare