Il Cardinale Vinko Puljić verso la pensione. A Sarajevo arriva un Coadiutore

Il porporato è ad oggi il cardinale elettore di più antica nomina

Il Cardinale Vinko Puljic
Foto: Andreas Duren CNA
Facebook Twitter Google+ Pinterest Addthis

Il Cardinale Vinko Puljić, Arcivescovo di Sarajevo, ha da oggi un Coadiutore. Il porporato che il prossimo 8 settembre compirà 75 anni si appresta dunque ad andare in pensione. Il Papa, infatti, ha nominato oggi Monsignor Tomo Vukšić, finora Ordinario Militare per la Bosnia ed Erzegovina, Arcivescovo Coadiutore di Sarajevo.

Classe 1954, Monsignor Vukšić è stato ordinato sacerdote per la Diocesi di Mostar- Duvno, il 29 giugno 1980. A Roma  ha conseguito il dottorato in Teologia ecumenica presso il Pontificio Istituto Orientale e la licenza in Diritto canonico presso la Pontificia Università Urbaniana. Il 1° febbraio 2011 Papa Benedetto XVI lo ha nominato Ordinario Militare per la Bosnia ed Erzegovina.

Il Cardinale Puljić è stato ordinato presbitero nel 1970. Nel novembre 1990 è stato nominato Arcivescovo di Sarajevo ed è stato consacrato da Giovanni Paolo II il 6 gennaio 1991. Durante la guerra nella ex Jugoslavia non ha mai abbandonato la diocesi, restando al suo posto durante l’assedio di Sarajevo. Prescindete della Conferenza Episcopale di Bosnia ed Erzegovina per due mandati: dal 1995 al 2002 e dal 2005 al 2010.

Papa Giovanni Paolo II lo ha creato Cardinale di Santa Romana Chiesa nel concistoro del 1994, assegnandogli il titolo presbiterale di Santa Chiara  a Vigna Clara. E’ attualmente il cardinale elettore di più antica nomina.

Ti potrebbe interessare