Il Papa ai Domenicani: "Il predicatore è testimone di Cristo"

Papa Francesco
Foto: L'Osservatore Romano
Facebook Twitter Google+ Pinterest Addthis

Papa Francesco ha ricevuto in udienza questa mattina i partecipanti al Capitolo Generale dell’Ordine dei Domenicani che stanno festeggiando gli otto secoli di attività.

I Domenicani - ha ricordato il Pontefice - hanno offerto un “significativo contributo alla Chiesa e una collaborazione in uno spirito di fedele servizio”.

“L'ottavo centenario - ha aggiunto - ci porta a fare memoria di uomini e donne di fede e lettere, contemplativi e missionari, martiri e apostoli della carità, che hanno portato la carezza e la tenerezza di Dio in tutto il mondo, arricchendo la Chiesa”. Tre i pilastri che hanno distinto l’Ordine: predicazione, testimonianza e carità.

Ai Frati Predicatori il Papa ha ricordato che senza una forte unione personale con Cristo “la predicazione può essere motivata e ammirevole” ma non tocca il cuore, pertanto occorre ascoltare costantemente il popolo di Dio. 

Chi predica è testimone e nn può lasciare nessuno indifferente: “aggiunge gioia alla verità del Vangelo, quella di sapere di essere amati da Dio e oggetto della sua infinita misericordia”.

“I santi - ha detto ancora Francesco - hanno ottenuto frutti abbondanti perchè, con la loro vita e la missione, parlano con il linguaggio del cuore che non conosce barriere ed è comprensibile a tutti". 

Anche oggi - ha concluso Papa Francesco - “vediamo che gli uomini e le donne sono assetati di Dio. Essi sono la carne viva di Cristo, che grida: ho sete. Quanto più si va fuori per placare la sete degli altri, tanto più saremo predicatori della verità”.

Ti potrebbe interessare