Papa Francesco eleva i Monsignori Borgia, Camilleri e Rudelli alla dignità di Arcivescovi

Promozione per l'Assessore della Segreteria di Stato, per il Sottosegretario per i Rapporti con gli Stati e per l'Osservatore Permanente della Santa Sede presso il Consiglio d’Europa

La bandiera vaticana
Foto: Bohumil Petrik/CNA
Facebook Twitter Google+ Pinterest Addthis

Stamane Papa Francesco ha deciso di elevare all’ordine episcopale con dignità di Arcivescovo e con l’ufficio di Nunzio Apostolico i Monsignori Paolo Borgia, Antoine Camilleri e Paolo Rudelli.

Monsignor Paolo Borgia - a cui il Papa ha assegnato la sede titolare di Milazzo - è Assessore per gli Affari Generali della Segreteria di Stato dal 2016. Pugliese, classe 1966, lavora nel servizio diplomatico della Santa Sede dal 2001.

Monsignor Antoine Camilleri - eletto Arcivescovo titolare di Skálholt - è Sottosegretario per i Rapporti con gli Stati della Segreteria di Stato. Maltese, classe 1965, è sacerdote dal 1991. E’ entrato nel servizio diplomatico della Santa Sede nel gennaio 1999. E’ stato nominato Sottosegretario della Sezione Rapporti con gli Stati della Segreteria di Stato da Papa Benedetto XVI il 22 febbraio 2013.

Monsignor Paolo Rudelli - nominato Arcivescovo titolare di Mesembria - è Inviato Speciale e Osservatore Permanente della Santa Sede presso il Consiglio d’Europa a Strasburgo. Nato nel 1970, è sacerdote dal 1995 ed è nella diplomazia vaticana dal 2001. Il Papa lo ha nominato Inviato Speciale con funzioni di Osservatore Permanente presso il Consiglio d’Europa a Strasburgo il 20 settembre 2014.

Ti potrebbe interessare