Il Papa emerito ripete con chiarezza, ho scelto di rinunciare in piena coscienza

Del presidente Biden dice, sul gender non abbiamo ancora capito bene quale sia la sua posizione

Papa Francesco in visita al Papa emerito a novembre 2020
Foto: Vatican Media
Facebook Twitter Google+ Pinterest Addthis

È stata una decisione difficile. Ma l’ho presa in piena coscienza, e credo di avere fatto bene. Alcuni miei amici un po’ “fanatici” sono ancora arrabbiati, non hanno voluto accettare la mia scelta. Penso alle teorie cospirative che l’hanno seguita: chi ha detto che è stato per colpa dello scandalo di Vatileaks, chi di un complotto della lobby gay, chi del caso del teologo conservatore lefebvriano Richard Williamson. Non vogliono credere a una scelta compiuta consapevolmente. Ma la mia coscienza è a posto”.

Così Benedetto XVI ha ricordato la sua scelta di rinunciare ad essere il Papa regnante in un colloquio con il direttore del Corriere della Sera in una visita privata.

E quindi ne consegue che “non ci sono due Papi. Il Papa è uno solo”. E prega per il viaggio n Iraq di Papa Francesco: “Purtroppo cade in un momento molto difficile che lo rende anche un viaggio pericoloso: per ragioni di sicurezza e per il Covid. E poi c’è la situazione irachena instabile. Accompagnerò Francesco con la mia preghiera”.

Un accenno anche al nuovo presidente degli Stati Uniti Biden: “È vero, è cattolico e osservante. E personalmente è contro l’aborto” ma “come presidente, tende a presentarsi in continuità con la linea del Partito democratico... E sulla politica gender non abbiamo ancora capito bene quale sia la sua posizione”.

Ti potrebbe interessare