Il Papa: "Il diavolo mina l'unità della Chiesa con i soldi e le divisioni"

Papa Francesco
Foto: L'Osservatore Romano
Facebook Twitter Google+ Pinterest Addthis

"Le divisioni nella Chiesa non lasciano che il Regno di Dio cresca; non lasciano che il Signore si faccia vedere bene, come è Lui. Non c’è l’olio dell’unità, il balsamo dell’unità. Ma il diavolo ha due armi potentissime per distruggere la Chiesa: le divisioni e i soldi e va oltre, non solo nella comunità cristiana, va proprio alla radice dell’unità cristiana". Lo ha detto il Papa - secondo quanto diffuso dalla Radio Vaticana - in occasione della Messa mattutina a Santa Marta.

Ai fedeli il Papa rivolge una preghiera: "Io vi chiedo di fare tutto il possibile per non distruggere la Chiesa con le divisioni siano ideologiche siano di cupidigia e di ambizione siano di gelosie. E soprattutto di pregare e custodire la fonte, la radice propria dell’unità della Chiesa, che è il Corpo di Cristo; e che noi tutti i giorni celebriamo il suo sacrificio nell’Eucarestia. Chiediamo al Signore l’unità della Chiesa, che non ci siano divisioni. E l’unità anche nella radice della Chiesa, che è proprio il sacrificio di Cristo, che ogni giorno celebriamo".

A concelebrare con il Papa - nella settimana in cui riprendono le riunioni del C9, il consiglio dei cardinali per la riforma della Curia Romana - anche il 94 enne Arcivescovo Emerito di San Luis Potosí (Messico) Arturo Antonio Szymanski Ramírez, uno degli ultimi vescovi viventi che ha preso parte al Concilio Vaticano II.

Ti potrebbe interessare