Il Papa incontra il fondatore della Comunità Cattolica Shalom

Moysés Louro de Azevedo Filho
Foto: www.comshalom.org
Facebook Twitter Google+ Pinterest Addthis

Il Papa ha ricevuto in Udienza privata Moysés Louro de Azevedo Filho, fondatore e moderatore generale della Comunità Cattolica Shalom.

Louro de Azevedo fondò nel 1982 Lanchonete (snack bar) Shalom, un punto di ritrovo per i giovani, ancora oggi attivo, dove si offrono loro consigli e conversazioni su Dio, si invitano a seminari di vita e di gruppi di preghiera. I gruppi iniziarono a moltiplicarsi e molti venivano toccati da questo nuovo carisma.

Nel 1985, nel desiderio di percorrere un cammino più serio, sviluppò una nuova forma di vita comunitaria, che anni più tardi sarebbe stata compresa nella Chiesa come rientrante tra le nuove comunità carismatiche. Durante un ritiro redasse i primi scritti della comunità che sarebbe seguita. Tornato, offrì questo cammino a coloro che erano impegnati nelle opere che aveva avviato. Inizialmente trovò molta avversità, ma nel febbraio 1985 lui e quattro fratelli si consacrarono a una vita di evangelizzazione nella nuova comunità che lì nasceva. Fu un grande aiuto nella conduzione e strutturazione della comunità Emmir Nogueira, cofondatrice, laica sposata della Comunità di Vita, che fu presente fin dall'inizio e che assunse dopo molto tempo il ruolo di Consigliera per la Formazione.

Nel 1998 scrisse i primi statuti della Comunità, che furono presentati e approvati dalla Comunità, e ottennero l'approvazione diocesana dall'arcivescovo di Fortaleza Cláudio Humens. Nel 2007 la Comunità ha ricevuto il riconoscimento pontificio, prima nuova comunità in Brasile e una delle prime nel mondo ad avere i suoi statuti approvati dalla Santa Sede.

Dagli inizi ad oggi è rimasto a capo della Comunità. Nel frattempo i gruppi si sono moltiplicati, l'opera di evangelizzazione educazione e sviluppo umano e le vocazioni si sono sviluppati, altri vescovi cominciarono a chiedere case della Comunità nelle loro diocesi, e la Comunità si è diffusa fino ad oggi. La Comunità è ora presente in 60 diocesi in Brasile e in 16 paesi nel mondo, in quattro continenti. In Italia si trova ad Acqui Terme, Civita Castellana, Cecina e Roma.

Ti potrebbe interessare