Il Papa: “Occorre indire un tempo straordinario di preghiera e riflessione”

Papa Francesco durante un'Udienza
Foto: Lucia Ballester, ACI Group
Facebook Twitter Google+ Pinterest Addthis

“Chiederò a tutta la Chiesa di dedicare il mese di ottobre dell’anno 2019 ad un tempo straordinario di preghiera e riflessione sulla missio ad gentes. Perché in quell’anno celebreremo il centenario della Lettera Apostolica “Maximum illud”, del Papa Benedetto XV”. E’ questa la novità e la conferma che Papa Francesco annuncia ai partecipanti all’Assemblea delle Pontificie Opere Missionarie, ricevuti oggi in Udienza presso la Sala Clementina.

E’ stato l’arcivescovo Rugambwa ad anticipare in settimana l’approvazione del Papa per la proposta dell’ Assemblea delle POM di indire un Mese Missionario Straordinario, nell’ottobre 2019, per commemorare il centenario della promulgazione dell’enciclica Maximum illud e promuovere l’impegno missionario della Chiesa in linea con l’Evangelii Gaudium”. 

Riguardo questo documento, Papa Francesco afferma: “In questo importantissimo documento del suo Magistero sulla missione, Papa Benedetto XV ricorda quanto sia necessaria, all’efficacia dell’apostolato, la santità della vita; raccomanda, pertanto, una sempre più forte unione con Cristo e un coinvolgimento più convinto e gioioso nella sua divina passione di annunciare il Vangelo a tutti, amando e usando misericordia verso tutti”.

“Rinnovarsi richiede conversione – spiega il Papa - richiede di vivere la missione come opportunità permanente di annunciare Cristo, di farlo incontrare testimoniando e rendendo gli altri partecipi del nostro incontro personale con Lui. Auspico che la vostra assistenza spirituale e materiale alle Chiese le renda sempre più fondate sul Vangelo e sul coinvolgimento battesimale di tutti i fedeli, laici e chierici, nell’unica missione della Chiesa: renda l’amore di Dio prossimo ad ogni uomo, specialmente ai più bisognosi della sua misericordia. II Mese straordinario di preghiera e riflessione sulla missione come prima evangelizzazione servirà a questo rinnovamento della fede ecclesiale, affinché al suo cuore stia e operi sempre la Pasqua di Gesù Cristo, unico Salvatore, Signore e Sposo della sua Chiesa”.

Conclude il Pontefice la sua udienza alle POM: “Nello spirito dell’insegnamento del Beato Paolo VI, desidero che la celebrazione dei 100 anni della Maximum illud, nel mese di ottobre 2019, sia un tempo propizio affinché la preghiera, la testimonianza di tanti santi e martiri della missione, la riflessione biblica e teologica, la catechesi e la carità missionaria contribuiscano ad evangelizzare anzitutto la Chiesa, così che essa, ritrovata la freschezza e l’ardore del primo amore per il Signore crocifisso e risorto, possa evangelizzare il mondo con credibilità ed efficacia evangelica”.

Ti potrebbe interessare