Il Papa riceve il Presidente del Benin: educazione, salute, promozione umana

Il Papa e il Presidente del Benin
Foto: Presidence Benin Twitter
Facebook Twitter Google+ Pinterest Addthis

E’ durato circa mezz’ora il colloquio privato tra Papa Francesco e il Presidente della Repubblica del Benin, Patrice Talon, ricevuto oggi in Vaticano. Sottolineato "il positivo contributo della Chiesa cattolica alla società beninese, specialmente nei campi dell’educazione, della salute e della promozione umana", come riporta il comunicato diffuso dalla Sala Stampa della Santa Sede.

"I cordiali colloqui hanno evocato le buone relazioni esistenti tra la Santa Sede e il Benin, ulteriormente rafforzate dall’Accordo bilaterale firmato a Cotonou il 21 ottobre 2016 - riporta ancora il comunicato - Ci si è quindi soffermati sulla situazione socio-economica del Paese, con particolare riferimento ad alcuni temi di comune interesse, quali lo sviluppo, la lotta alla povertà, le riforme in atto nel Paese e l’importanza del dialogo interreligioso. Sono stati passati in rassegna alcuni temi di carattere internazionale, con precipuo riferimento alle sfide che interessano attualmente la Regione".

Il Presidente del Benin ha donato al Pontefice un “recade”, tipico bastone della Repubblica del Benin. Il Papa a sua volta ha regalato a Talon il medaglione della pace, i suoi tre libri, L’Evangeli Gaudium, la Laudato Si e Amoris Laetitia ed infine il messaggio della pace di quest’anno.

Successivamente il Presidente ha incontrato il Cardinale Pietro Parolin, Segretario di Stato, accompagnato da Monsignor Paul Richard Gallagher, Segretario per i Rapporti con gli Stati.

 

Ti potrebbe interessare