Il Perù multietnico attende Papa Francesco

Il Presidente del Perù Pedro Pablo Kuczynski
Foto: www.presidencia.gob.pe
Facebook Twitter Google+ Pinterest Addthis

E' il Perù la seconda ed ultima tappa del 22/mo viaggio apostolico internazionale di Papa Francesco. Indipendente dalla Spagna dal 1821, è una Repubblica presidenziale, guidata attualmente da Pedro Pablo Kuczynski.

La storia recente del Perù è stata insanguinata da una feroce lotta armata tra le forze governative e gruppi armati rivoluzionari di sinistra: Sendero Luminoso e Tupac Amaru. Negli scontri tra il 1980 e il 2000 si sono contate circa 70.000 vittime tra la popolazione.

Dopo la lunga e contestata presidenza di Alberto Fujimori - rieletto più volte consecutivamente, malgrado il divieto esplicito previsto dalla Costituzione di poter governare il Paese per due mandati consecutivi - il Perù dagli inizi degli anni 2000 è tornato sulla strada della piena democrazia.

Come il Cile, anche il Perù negli ultimi anni ha conosciuto una robusta fase di crescita economica, risultando una delle economie più in salute di tutta l'America Latina.

La maggioranza della popolazione peruviana professa la religione cattolica. Secondo l'ultimo censimento oltre l'81% dei peruviani si riconosce nel Cattolicesimo, ma si registra una forte ascesa delle confessioni evangeliche che raggruppano circa il 12% della popolazione.

Il Perù è uno Stato multietnico: il 45% dei cittadini peruviani è di origine amerinda, mentre il 37% è meticcia.

Ti potrebbe interessare