Il presepe subacqueo più grande d’Europa è a Santa Susanna

Presepe Subacqueo
Foto: Rieti Life
Facebook Twitter Google+ Pinterest Addthis

Nella Terra dei Presepi, a poca distanza da Greccio, luogo in cui San Francesco, per primo, nella notte del Natale del 1223 rappresentò con personaggi viventi la nascita di Gesù, c’è un suggestivo presepe Subacqueo, presso la Sorgente di Santa Susanna. Esso si caratterizza per la cornice ambientale inusuale ed unica in tutto il Centro Italia. E’ di fatto, l’unico allestito all’interno di una sorgente naturale, che è tra le più grandi d’Europa per portata (5mila l/sec) ed è Monumento Naturale della Regione Lazio. Le Sorgenti di Santa Susanna si trovano nel settore nord orientale della Piana Reatina.

Nel parco antistante la Sorgente, ad inaugurare il Presepe è stato Monsignor Domenico Pompili, Vescovo di Rieti. Le statue della Natività, realizzate in vetroresina ed alte circa un metro e trenta centimetri, vengono collocate nelle limpide acque e illuminate da fari che ne permettono la visione anche in notturna, con un effetto particolarmente emozionante.

L’evento, realizzato dal Comune di Rivodutri, dalle Associazioni Pro Loco di Rivodutri, Centro Rurale Europeo e Summersport Village e dal Club Sommozzatori di Rieti, festeggia quest’anno il traguardo delle ventuno edizioni consecutive, confermandosi come appuntamento tradizionale e radicato nel territorio.

L’amore che il Club Sommozzatori di Rieti dedica a tale rappresentazione, e prima ancora alla manutenzione delle statue, è veramente singolare. Ogni anno le statue vengono ripulite e lavate da tutte le incrostazioni e poi con un certosino lavoro, vengono immerse fino al fondo della sorgente, profonda circa quattro metri e posizionate con cura. Non sempre è facile trovare, sul fondo, una base piana dove bloccarle perché le acque della sorgente sono sempre in movimento, quindi i subacquei del Club devono lavorare alcune ore per predisporre bene il sito che riceverà ogni singola statua, per poi ancorale con dei massi alla base.

Il Presepe rimarrà esposto fino al 6 gennaio prossimo, quando con l’Epifania, si è soliti concludere le Festività Natalizie. La visita al Presepe è, come sempre, gratuita, proprio per garantire la massima fruizione dello stesso a un numero sempre maggiore di appassionati.

Ti potrebbe interessare