Integrare, dialogare, generare. Se ne discute al CCEE

I Segretari Generali delle Conferenze Episcopali Europee
Foto: CCEE
Facebook Twitter Google+ Pinterest Addthis

Si è svolto a Berlino – dal 30 giugno al 3 luglio scorsi – il 44/mo incontro dei Segretari generali delle Conferenze episcopali in Europa. All'ordine del giorno tre fili conduttori: integrare, dialogare e generare.

Sul fronte dell'integrazione è intervenuto anche il Ministro dell'Interno della Repubblica Federale di Germania, Thomas De Maizière che ha parlato delle difficoltà dovute al linguaggio con cui si parla del fenomeno e che non tocca più il cuore e la mente tanto dei cittadini europei che dei migranti in cerca di nuova casa. E' stato poi riconosciuto l’eccezionale contributo della Chiesa nel rispondere con generosità all’emergenza degli immigrati. Al termine sono intervenuti il Patriarca di Antiochia dei Siro-Cattolici, Ignazio Giuseppe III Younan, e il delegato del Simposio delle Conferenze Episcopali d’Africa e Madagascar Mons. Jean-Vincent Ondon, Vescovo d'Oyem – in Gabon - che hanno portato la testimonianza delle sofferenze e dei bisogni di quanti arrivano in Europa con la speranza di essere accolti. Dal canto loro i segretari generali hanno espresso l'urgenza di deporre le armi e d’intraprendere la via del dialogo in Medio Oriente, in Ucraina e tutte le zone di conflitto in Africa.

Il secondo tema portante ha riguardato il dialogo. Nello specifico – alla luce della Esortazione Apostolica Amoris Laetitia – si è discusso di solidarietà con le famiglie. Nella sua relazione il Segretario del CCEE ha presentato un breve rapporto su quanto le diverse conferenze episcopali stanno realizzando per applicare le indicazioni presenti nell’Esortazione di Papa Francesco: le conferenze episcopali sono particolarmente attente ai cammini di preparazione al matrimonio e a porre la famiglia come origine e fine di tutta l’azione pastorale della Chiesa. Necessario, dunque, un dialogo tra pastorale giovanile e familiare; un dialogo e un accompagnamento permanente con le famiglie già sposate e la promozione della solidarietà interfamiliare.

Infine l'ultima colonna portante: generare. A parlarne è stato l'Arcivescovo Nikola Eterovic, Nunzio Apostolico in Germania e già Segretario generale del Sinodo dei Vescovi. Il presule si è soffermato della sinodalità nella Chiesa: una dimensione della vita ecclesiale che permette di preservare l’unità nella Chiesa pur nelle sue diversità di espressioni e risposte pastorali.

Ti potrebbe interessare