Advertisement

Iraq, in costruzione la chiesa di Abramo ad Ur

Sarà una casa di comune per tutte le religioni abramitiche, un centro interreligioso, ma soprattutto una Chiesa dedicata ad Abramo

La costruzione della chiesa di Abramo ad Ur | da AsiaNews La costruzione della chiesa di Abramo ad Ur | da AsiaNews

I lavori per la costruzione della chiesa dedicata ad Abramo ad Ur, da cui il patriarca iniziò il suo pellegrinaggio, proseguono senza sosta, tanto che il 30 per cento dei lavori è stato già completato. La chiesa, uno dei frutti del viaggio del Papa in Iraq nel marzo del 2021, sorgerà su una superficie di 10 mila meri quadri, con una grande sala di 600 metri quadri da destinare a luogo di incontro, e una torre campanaria di 23 metri.

Durante il suo viaggio in Iraq, Papa Francesco aveva compiuto il sogno di Giovanni Paolo II, cioè quello di una tappa ad Ur, il luogo di origine di Abramo, dove ci fu anche un incontro interreligioso. Ora, la costruzione della chiesa è vista con attenzione anche da leader musulmani e autorità locali, perlomeno considerando il fatto che la chiesa sorge già con la vocazione di essere una casa comune per tutte le religioni abramitiche.

Luogo di dialogo e di incontro, dunque. Nel luglio scorso, a inizio lavori, il vice-governatore di Dhi Qar Ghassan al-Khafaji aveva spiegato che “la chiesa sarà dedicata a Ibrahim Al-Khalil, ovvero ‘Amico di Dioì che è l’epiteto con il quale viene identificato Abramo.” La sala interconfessionale verrà chiamata “Pope Francis Hall”.

La chiesa sarà inoltre affiancata da una moschea, nell’ambito dell’iniziativa tesa alla pacifica convivenza fra le religioni nella terra del profeta e sarà un considerevole punto di riferimento turistico e religioso in grado di assicurare un ritorno economico. 

Il polo di Ur sarà luogo di attrazione e meta di pellegrini da tutto l’Iraq. Al-Rikabi spiega che l’area archeologica presente nella zona servirà anche a “fare pressione sui Paesi a monte, perché “aumentino il rilascio di acqua necessaria alla sopravvivenza delle paludi, la dimora originaria dei sumeri”.

Advertisement