Ultime Notizie: Iraq

Una veduta di Bassora, Iraq / Wikimedia Commons

Iraq, Bassora non è quasi più cristiana

Quando ci fu il Sinodo speciale sul Medio Oriente, nel 2011, si parlava già dell’esodo nascosto dalle regioni medio orientali. Benedetto XVI, nella sua esortazione post-sinodale Ecclesia in Medio Oriente, riprese il tema dell’esodo. Era il tempo delle primavere arabe, e in pochissimi potevano prevedere quello che sarebbe stato l’orrore dell’ISIS, il sedicente stato islamico. Oggi, la presenza cristiana è totalmente erosa. E a Bassora, metropoli nel Sud dell’Iraq, sono rimaste solo 350 famiglie cristiane, contro le 7 mila che c’erano prima della guerra. Ne sono rimaste solo il 5 per cento.  

Sawt Assalam Radio

Il dolore di un prete: il racconto straziante di padre Sheeto nel fuoco in Iraq

All'indomani del catastrofico incendio di Qaraqosh, in Iraq, che ha causato la morte di circa 140 persone e ne ha lasciate ferite circa 250, la comunità sta ancora affrontando l'enormità della perdita.

ACN International

Iraq: Dio non voglia che la guerra si diffonda

La popolazione irachena è terrorizzata dal fatto che la guerra in Terra Santa possa diffondersi in tutta la regione, ha dichiarato ad ACN international l'arcivescovo cattolico caldeo Bashar Warda

Il Cardinale Sako - Daniel Ibanez CNA

Iraq, il Cardinale Sako denuncia la violazione dei diritti fondamentali dei cristiani

“I cristiani iracheni vedono violati i loro legittimi diritti umani e nazionali: dall’esclusione dal lavoro all’appropriazione delle loro risorse e proprietà, fino al sistematico cambiamento demografico delle loro città nella Piana di Ninive”. E’ quanto ha denunciato venerdì scorso in una nota ufficiale il Cardinale Louis Raphael I Sako, Patriarca di Bagdad dei Caldei.

Papa Francesco - Daniel Ibanez CNA

Nessuna udienza privata del Papa all'iracheno Al-Kildani

"Durante l’Udienza Generale in Piazza San Pietro del 6 settembre scorso, Sua Santità Francesco ha salutato alcune persone presenti, come avviene di consueto. Tra di esse vi era anche un gruppo di iracheni con il Signor Rayan Al-Kildani, con il quale c’è stato un breve saluto di circostanza". Così due giorni fa Matteo Bruni, Direttore della Sala Stampa della Santa Sede, precisava i contorni del breve incontro tra il Papa ed il controverso Al-Kildani, oppositore del Patriarca caldeo, il Cardinale Sako.

Il Cardinale Sako - Daniel Ibanez CNA

Iraq, il governo ritira la ratifica del riconoscimento di Sako come capo dei Caldei

Alcuni giorni fa il Presidente della Repubblica dell’Iraq Abdul Latif Rashid ha ritirato il decreto presidenziale emesso nel 2013 che di fatto riconosceva come capo della Chiesa Caldea il Cardinale Louis Raphael I Sako, Patriarca di Bagdad dei Caldei. Il decreto presidenziale era una sorta di ratifica della nomina pontificia del porporato – creato Cardinale da Papa Francesco nel concistoro del 28 giugno 2018 - a capo della Chiesa caldea in Iraq e nel mondo e per questo responsabile dei beni della Chiesa caldea.

CNA

Papa Francesco: "Cristiani e musulmani siano testimoni di verità, amore e speranza"

Il nostro incontro mi “ha fatto bene all’anima. È stato una pietra miliare nel cammino del dialogo interreligioso e della comprensione fra i popoli”. Lo scrive il Papa nel messaggio consegnato dal Cardinale Ayuso, Prefetto del Dicastero per il Dialogo Interreligioso, all’ayatollah iracheno Al Sistani.

La costruzione della chiesa di Abramo ad Ur / da AsiaNews

Iraq, in costruzione la chiesa di Abramo ad Ur

I lavori per la costruzione della chiesa dedicata ad Abramo ad Ur, da cui il patriarca iniziò il suo pellegrinaggio, proseguono senza sosta, tanto che il 30 per cento dei lavori è stato già completato. La chiesa, uno dei frutti del viaggio del Papa in Iraq nel marzo del 2021, sorgerà su una superficie di 10 mila meri quadri, con una grande sala di 600 metri quadri da destinare a luogo di incontro, e una torre campanaria di 23 metri.  

ACI Group

Iraq. Il Papa invia un messaggio al più grande incontro cattolico per i giovani

Papa Francesco manda i saluti al più grande incontro cattolico per i giovani in Iraq. Il Pontefice, attraverso il Segretario del Vaticano, il Cardinale Pietro Parolin, ha inviato un messaggio ai giovani cattolici riuniti all'Ankawa Youth Meeting 2022 a Erbil - Iraq. Nel suo messaggio, il Papa ha invitato i giovani ad aderire alla loro eredità e alla loro fede e ha ricordato loro che la Chiesa è sempre vicina a loro e prega per loro.

La chiesa siriaco ortodossa di Mar Thomas a Mosul / Iraqi Heritage

Iraq, scoperte antiche reliquie nella chiesa di Mar Thomas a Mosul

È rimasta per anni una diocesi senza vescovo, colpita dalla barbarie dello Stato Islamico che la aveva invasa anche per impadronirsi delle riserve della sede della banca centrale irachena. Durante gli anni dell’invasione, Mosul si era aggrappata alla speranza e al ricordo delle sue radici, mentre l’attuale vescovo, il domenicano Najeeb Michaeel, faceva la spola con Erbil per salvare gli antichi manoscritti che testimoniavano la presenza cristiana nel Paese. Ora, nell’ambito dei lavori di ricostruzione della città, nella chiesa di Mar Thomas, si è trovata una ulteriore conferma degli antichissimi legami di questa terra con il cristianesimo. Durante i lavori di ristrutturazione della chiesa sono infatti stati rinvenuti una decina tra reliquie pergamene antichi appartenuti ad alcuni santi.  

Il team che ha lavorato alla ricomposizione delle salme dei due martiri caldei / per gentile concessione

Iraq, due sacerdoti siro-caldei verso il riconoscimento delle virtù eroiche

Potrebbero essere inclusi nel gruppo di martiri dominicani di Iraq i due sacerdoti siro cattolici Youssef Jebo Suakriya (1872 – 1915) e Benham Anto Mikho (1882 – 1915). Il primo era un sacerdote sposato, padre di tre figli, Il secondo era un sacerdote e monaco della congregazione dei fratelli di Sant’Efrem. Martiri del dimenticato genocidio caldeo, potrebbero presto essere riconosciuti come martiri. La ricognizione dei loro corpi è stata effettuata due anni fa.  

Un campo profughi a Erbil / Archivio CNA

Iraq, c’è cauto ottimismo per il ritorno dei cristiani

Circa il 50 per cento delle famiglie che avevano lasciato l’Iraq con l’invasione da parte dell’ISIS del sedicente Stato Islamico hanno fatto ritorno nel Paese, giustificando così un cauto ottimismo delle organizzazioni internazionali per il ritorno dei cristiani nel Paese del Golfo.  

Vatican Media

Iraq, esplosione in un mercato: il cordoglio di Papa Francesco

Papa Francesco ha espresso in un telegramma inviato al Nunzio Apostolico in Iraq e firmato dal Cardinale Segretario di Stato Parolin il cordoglio per le vittime provocate dall’esplosione, avvenuta l’altro ieri, in un mercato di Bagdad.

Un momento del Sinodo Caldeo di Erbil 2021 / Saint Adday

Iraq, il 27 giugno una Messa per la pace in Medio Oriente

Il prossimo 27 giugno, ogni vescovo del Patriarcato Caldeo celebrerà una speciale messa per la pace in Medio Oriente nella sua diocesi, rispondendo ad un appello delle riunione mensile dei vescovi che si è tenuta lo scorso 10 giugno nella residenza estiva di Erbil.  

Vatican Media / ACI Group

Papa Francesco incontra il Ministro degli Affari Esteri dell’Iraq

Questa mattina Papa Francesco ha incontrato in udienza il Ministro degli Affari Esteri dell’Iraq Fuad Mohammed Hussein. A confermare l'incontro è Matteo Bruni, direttore della Santa Stampa della Santa Sede.

La scrivania di Papa Francesco nella Biblioteca del Palazzo Apostolico, dove siede per avere gli incontri con i capi di Stato o di governo / AG / ACI Group

Diplomazia Pontificia, l’agenda di maggio di Papa Francesco

Quattro presidenti e un ministro degli Esteri nell’agenda di Papa Francesco per il mese di maggio. Il 3 maggio, Papa Francesco incontrerà iracheno Fuad Hussein. Il 6 maggio, il presidente svizzero Guy Predolin incontrerà il Papa, nell’ambito delle manifestazioni dell’annuale giuramento delle reclute delle Guardie Svizzere. Quindi, il 10 maggio, sarà il presidente della Lettonia Egils Levits a far visita a Papa Francesco, per celebrare i 100 anni di relazioni diplomatiche della Santa Sede con il Paese Baltico. E infine, il 27 maggio, saranno le delegazioni di Bulgaria e Macedonia, guidate dai presidenti Rumen Radev e Stevo Pendarovski, a incontrare il Papa nel tradizionale appuntamento per i Santi Cirillo e Metodio.  

Un momento del viaggio di Papa Francesco in Iraq / Vatican News

Iraq, quattro proposte pratiche a un mese dalla visita di Papa Francesco

Quattro proposte pratiche per dare un seguito concreto al viaggio di Papa Francesco in Iraq. Quattro proposte, che vanno dalla diffusione della cultura fino alla protezione dei luoghi santi, lanciate dal Cardinale Raffael Sako, patriarca di Babilonia dei Caldei, a un mese dalla visita di Papa Francesco nel Paese.  

ACS

Dopo case e chiese, ricostruire la vita pastorale dei cristiani in Iraq

Dal 5 all´8 marzo Papa Francesco ha visitato l´Iraq, un paese dove i cristiani, specialmente quelli dei villaggi della Piana di Ninive, hanno sofferto molto a partire dall´invasione del gruppo islamista dello Stato Islamico, avvenuta nell´agosto del 2014.

Vatican Media

Papa Francesco in Iraq: “La fraternità è più forte del fratricidio”

“Il tragico ridursi dei discepoli di Cristo, qui e in tutto il Medio Oriente, è un danno incalcolabile non solo per le persone e le comunità interessate, ma per la stessa società che si lasciano alle spalle”. Lo ha detto Papa Francesco incontrando la comunità cristiana di Hosh-al-Bieaa, a Mosul, uno dei luoghi maggiormente colpiti dalla persecuzione anticristiana dell’ISIS.

Vatican Media / ACI group

La pace in Myanmar e il viaggio in Iraq. L'appello e il pensiero di Papa Francesco

Doppio appello per Papa Francesco durante i saluti in lingua italiana nell'Udienza Generale di oggi. Francesco rivolge il suo pensiero al caro popolo del Myanmar ed è pronto a partire il prossimo 5 marzo, per l'Iraq. Un viaggio "desiderato e atteso".