La diocesi di Roma organizza gli incontri "Ascoltando i maestri"

"Ascoltando i maestri” è un nuovo ciclo di incontri promossi dall’Ufficio per la cultura e l’università della diocesi di Roma

Monsignor Andrea Leonardo
Foto: cappelladellasapienza.it
Facebook Twitter Google+ Pinterest Addthis

"Ascoltando i maestri” è un nuovo ciclo di incontri promossi dall’Ufficio per la cultura e l’università della diocesi di Roma.

"Visto che il tema dell’anno pastorale è l’ascolto, come Ufficio abbiamo pensato di declinare questo tema attraverso Ascoltando i maestri, perché nella nostra attività ordinaria con il mondo della cultura e dell’università, notiamo che i giovani, cercando il senso della vita, cercano qualcosa di bello per cui valga la pena vivere, e soprattutto dei maestri che possano accompagnarli". A spiegarlo sul sito della diocesi di Roma è Francesco d’Alfonso, coordinatore dell’Area Alta Formazione artistica, musicale e coreutica dell’Ufficio, che farà da moderatore durante le serate, organizzate tutte come conversazioni.

Il primo incontro è in programma venerdì 19 novembre alle 19.45 nella basilica di San Lorenzo in Damaso e sarà dedicato a Fedor Dostoevskij. “La bellezza salverà il mondo” è il tema dell’appuntamento, che vedrà la partecipazione di monsignor Andrea Lonardo, direttore dell’Ufficio per la cultura e l’università della diocesi di Roma, e di Piero Boitani, professore emerito di Letterature comparate alla Sapienza. La serata sarà arricchita da alcuni passi recitati dall’attore Davide Panizza, e da alcuni brani di musica russa dell’Ottocento eseguiti dal Coro giovanile Iride diretto da Fabrizio Barchi.

Ci sarà il giornalista e scrittore Pierangelo Buttafuoco il 10 dicembre, nell’incontro dedicato a Franco Battiato nella basilica dei Santi Apostoli, e il tema che farà da filo conduttore è tratto dalla bellissima “E ti vengo a cercare”.

Lucetta Scaraffia, docente emerito alla Sapienza, parlerà invece di Ildegarda di Bingen nell’appuntamento del 14 gennaio, su “Conosci la via!”, nella basilica di Sant’Agostino in Campo Marzio.

Ancora, l’11 marzo una sera su Giovanna D’Arco con Amedeo Feniello docente di storia medievale all’Università dell’Aquila. A maggio la conclusione con una serata su Antoine de Saint-Exupéry: “È il tempo che hai perduto per la tua rosa che ha reso la tua rosa importante” nella Chiesa del Gesù.

Ti potrebbe interessare