La Diocesi di Roma: XIX Prefettura, tra Appio-Latino e Tuscolano

Il viaggio di ACI Stampa alla scoperta delle 36 prefetture della Diocesi di Roma

La parrocchia dei Santi Fabiano e Venanzio
Foto: pubblico dominio
Facebook Twitter Google+ Pinterest Addthis

La XIX Prefettura della Diocesi di Roma – compresa nel settore Est – è composta da 13 parrocchie che insistono nei territori dei quartieri dell’Appio-Latino e del Tuscolano.

Iniziamo a percorrere l’Appio-Latino e possiamo incontrare la parrocchia di Sant’Antonio a Circonvallazione Appia. Parrocchia dal 1988, è affidata ai Padri Rogazionisti. La chiesa è una diaconia, assegnata al Cardinale Rauber.

Rimanendo in zona ecco la parrocchia di Santa Caterina da Siena. Eretta nel 1972 per decreto dell’allora Vicario di Roma Cardinale Angelo Dall’Acqua, è affidata al clero diocesano.

Ancora all’Appio-Latino sorge la parrocchia di San Giovanni Battista de Rossi. Eretta nel 1940, è affidata al clero diocesano. Titolo cardinalizio, è assegnato al Cardinale John Ribat.

Sempre all’Appio-Latino si trova anche la parrocchia di San Giuda Taddeo Apostolo. Eretta nel 1960 per volere dell’allora Cardinale Vicario Micara, la cura pastorale è affidata al clero diocesano.

Nello stesso quartiere possiamo imbatterci nella parrocchia di San Martino I Papa. Eretta nel 1965, è affidata al clero diocesano.

Anche la parrocchia della Natività di Nostro Signore Gesù Cristo sorge nel quartiere dell’Appio-Latino. Eretta nel 1937, è affidata al clero diocesano. La chiesa è titolo presbiterale, assegnata al Cardinale lituano Audrys Backis.

Restiamo ancora all’Appio Latino ed ecco la parrocchia del Santissimo Nome di Maria. Parrocchia dal 1963, è affidata ai Sacerdoti della Società di Maria. Titolo cardinalizio, è assegnato al Cardinale filippino Gaudencio Rosales.

Ultima parrocchia dell’Appio-Latino della XIX Prefettura è quella di Ognissanti. Eretta nel 1919 da Papa Benedetto XV, la cura pastorale è affidata ai Padri della Piccola Opera della Divina Provvidenza. La chiesa è una diaconia elevata pro hac vice a titolo presbiterale, assegnata al Cardinale Walter Kasper.

Passando al quartiere Tuscolano troviamo la parrocchia dei Santi Antonio ed Annibale Maria. Affidata ai Padri Rogazionisti, è stata eretta nel 1956. Titolo cardinalizio, è assegnato al Cardinale maliano Jean Zerbo.

Nella medesima zona sorge la parrocchia del Santissimo Corpo e Sangue di Cristo. Eretta nel 1972, la cura pastorale è affidata ai Missionari del Preziosissimo Sangue.

Ancora al Tuscolano si trova la parrocchia dei Santi Fabiano e Venanzio. Eretta nel 1933, è affidata al clero diocesano. La chiesa è titolo cardinalizio, assegnato al Cardinale messicano Carlos Aguiar Retes.

Restando nel quartiere ci si può imbattere anche nella parrocchia di San Gaspare del Bufalo. Eretta nel 1961, è affidata ai Missionari del Preziosissimo Sangue.

Ultima parrocchia del Tuscolano per la XIX Prefettura è quella di Santa Maria Ausiliatrice, elevata al rango di basilica minore. Eretta nel 1932, la cura pastorale è affidata ai Salesiani. La chiesa è una diaconia, attualmente vacante.

Ti potrebbe interessare