La festa di San Michele in Vaticano

San Michele Arcangelo nei Giardini Vaticani
Foto: pd
Facebook Twitter Google+ Pinterest Addthis

Un gemellaggio esclusivo quello della Polizia di Stato con il Corpo della Gendarmeria Vaticana che insieme per la prima volta festeggiano il loro Santo Patrono, San Michele Arcangelo. Le mura della Santa Sede aprono le porte alla Polizia di Stato. Lo comunica una nota ufficiale della Sala Stampa della Santa Sede.

Nella Chiesa di Santa Maria della Famiglia presso il Governatorato della Città del Vaticano, il Segretario di Stato,il Cardinale Pietro Parolin, presiederà una messa alla presenza del Ministro dell'Interno, Senatore Marco Minniti, del Capo della Gendarmeria Vaticana, Comandante Domenico Giani, e del Capo della Polizia, Direttore Generale della Pubblica Sicurezza, Prefetto Franco Gabrielli.

“Sotto l’aurea protettrice della statua di San Michele Arcangelo – fa sapere lo stesso comunicato -- realizzata dall’artista Antonio Lomuscio ed inaugurata nel luglio del 2013 da Papa Francesco alla presenza del Papa emerito, Benedetto XVI, la Banda Musicale della Polizia di Stato e della Gendarmeria, a suggello della felice ricorrenza e dell’inedita liaison, eseguiranno brani celebri di Verdi, Rossini e Vessella e in chiusura saluteranno i presenti con il “Canto degli italiani” e la “Marcia pontificale”.

“Le celebrazioni sul territorio nazionale connesse alla ricorrenza del Santo Patrono anche quest’anno saranno accompagnate dal “Family Day”, giunto alla tredicesima edizione. Tutti gli uffici e le caserme della Polizia di Stato saranno aperti alle famiglie dei poliziotti a motivo di gioiosa condivisione del senso e del valore dell’impegno e dell’operato quotidiano dell’Istituzione. In questa straordinaria occasione, venerdì 29 settembre – dice ancora il comunicato - la direzione dei Musei Vaticani offrirà gratuitamente a tutti gli appartenenti della Polizia di Stato (e ai loro famigliari, previo pagamento di un biglietto di ingresso a prezzo ridotto), la possibilità di visitare, fruendo di un ingresso riservato, le straordinarie collezione conservate in uno dei musei più famosi al mondo”.

 In mattinata il Cardinale Segretario di Stato Pietro Parolin ha celebrato la messa per l'occasione e nella omelia ha ringraziato la Gendermeria: "La missione di assicurare, con la vostra presenza discreta ed attenta, l’ordine, la tranquillità e l’osservanza delle norme necessita una specifica preparazione, un’esemplare cura e un’alta tensione morale. Quest’ultima, quando è radicata nella fede, predispone la mente ed il cuore a ricevere quel supplemento di forza, di chiarezza e di serenità, che proviene dall’alto e che si rivela molto utile alla buona riuscita del vostro lavoro". Il cardinale ha detto che "la sicurezza è un bene inestimabile che si costruisce mediante un incessante lavoro di squadra, nella fattiva ed intelligente collaborazione di tutti. Esso è il risultato di una costante e prudente azione, tanto più efficace quanto più è discreta e capillare. Vi esorto perciò ad allenare non solo il corpo per le esigenze operative delle vostre mansioni e la mente per la comprensione dei fenomeni umani e naturali, ma anche lo spirito, per essere sempre bene equipaggiati di fronte alle difficoltà e agli imprevisti".

Ti potrebbe interessare