Papa Francesco: "Chiedere scusa per il male fatto alla terra, al mare, agli animali"

Tra le novità più significative della Libreria Editrice Vaticana c’è la nascita di “scambio dei doni”, una nuova collana dalla vocazione ecumenica. Ecco un testo inedito di Papa Francesco nel libro "Nostra Madre Terra"

Papa Francesco
Foto: Daniel Ibanez / ACI group
Previous Next
Facebook Twitter Google+ Pinterest Addthis

"Sarebbe bello se diventassimo capaci di chiedere perdono ai poveri, agli esclusi; allora diventeremmo capaci di pentirci sinceramente anche del male fatto alla terra, al mare, all'aria, agli animali...". Così Papa Francesco scrive in un testo inedito del libro "Nostra Madre Terra", in una collana ecumenica presentata dalla LEV. 

 La Libreria Editrice Vaticana – Dicastero per la Comunicazione, anche quest’anno, sarà presente infatti alla Fiera Internazionale del Libro di Francoforte dal 16 al 20 ottobre. Tra le novità più significative della Libreria Editrice Vaticana c’è la nascita di “scambio dei doni”, una nuova collana dalla vocazione ecumenica.

 I volumi raccolgono testi e discorsi del Papa, presentano un suo scritto inedito e sono introdotti da un contributo di un Rappresentante dei fratelli e delle sorelle delle Chiese e Comunità ecclesiali separate, con cui la Chiesa cattolica è in cammino verso il ristabilimento della piena comunione.

La nuova collana verrà presentata il 16 ottobre alle ore 18.00 presso lo stand LEV (Hall 5.0 D33) da Francesca Angeletti, ufficio diritti - Libreria Editrice Vaticana, e da Alessandro Gisotti, vice-direttore editoriale del Dicastero per la Comunicazione, nei suoi primi due esemplari: "Nostra Madre Terra" con prefazione di Bartolomeo I, Patriarca di Costantinopoli, e "La preghiera" con prefazione di Kirill, Patriarca di Mosca (i volumi saranno in libreria in Italia e in Francia dal 24 ottobre).

 "Sogno sinceramente una crescita nella consapevolezza e un pentimento sincero da parte di noi tutti, uomini e donne del XXI secolo, credenti e non, da parte delle nostre società, per esserci lasciati prendere da logiche che dividono, affamano, isolano e condannano - continua il Papa nel libro  un cui estratto è anticipato dal Corriere della sera - Il pentimento dunque per noi tutti, per la nostra èra, è una grazia da implorare umilmente al Signore Gesù Cristo, affinché nella storia questa nostra generazione possa essere ricordata non per i suoi errori, ma per l'umiltà e la saggezza di aver saputo invertire la rotta". 

 "Proprio perché tutto è connesso nel bene, nell'amore, proprio per questo ogni mancanza di amore ha ripercussione su tutto. La crisi ecologica che stiamo vivendo è così anzitutto uno degli effetti di questo sguardo malato su di noi, sugli altri, sul mondo, sul tempo che scorre; uno sguardo malato che non ci fa percepire tutto come un dono offerto per scoprirci amati", continua ancora il Pontefice.

 "Fin da bambini - conclude il Papa nel libro "Nostra Madre Terra" - cresciamo in un mondo dove un'ideologia mercantile diffusa, che è la vera ideologia e pratica della globalizzazione, stimola in noi un individualismo che diventa narcisismo, avidità, ambizioni elementari, negazione dell'altro... Pertanto, in questa nostra attuale situazione, un atteggiamento giustoesapiente, anziché l'accusa o il giudizio, è anzitutto quello della presa di coscienza".

"Con la collana scambio dei doni – sottolinea Alessandro Gisotti – la LEV raccoglie l’invito di Papa Francesco a impegnarsi con convinzione e creatività nel dialogo ecumenico. Siamo convinti che la cultura possa essere uno spazio privilegiato per camminare insieme con i fratelli delle Chiese e delle Comunità ecclesiali verso il ristabilimento della piena unità dei cristiani. I primi due libri della collana testimoniano inoltre come l’ecumenismo possa favorire la riflessione e l’azione comune dei cristiani su temi fondamentali per la vita umana. Un contributo culturale e spirituale che, attraverso i testi del Papa e degli altri leader cristiani, la LEV vuole offrire a beneficio di tutti".

 

Ti potrebbe interessare